fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Il coraggio di cambiare insieme

Il Consiglio regionale e il Soroptimist International Club Valle d’Aosta organizzano due eventi, entrambi in programma nell’Aula Magna della Caserma Cesare Battisti ad Aosta: un appuntamento riservato agli studenti e un convegno aperto al pubblico, a testimonianza de Il coraggio di cambiare insieme.

Venerdì 19 gennaio, a partire dalle ore 10, l’iniziativa sarà rivolta agli studenti delle classi 3e delle scuole secondarie di primo grado “Jean Baptiste Cerlogne” dell’Istituzione scolastica “Eugenia Martinet” di Aosta. Dopo la proiezione di alcuni spezzoni del film “Difret – il coraggio per cambiare” di Zeresenay Mehari, prodotto da Angelina Jolie, sono previsti gli interventi della giornalista Caddy Adzuba, vincitrice nel 2012 del Premio internazionale “La Donna dell’Anno”, del Coordinatore del Servizio di Psicologia Clinica Ospedaliera e Nucleo dell’Emergenza dell’Azienda USL della Valle d’Aosta,  Meri Madeo, e del Commissario capo, dirigente della Squadra mobile della Questura di Aosta, Eleonora Cognigni. Ad allietare l’incontro sarà l’esibizione del coro di studenti dell’Istituzione scolastica “Eugenia Martinet”, diretto dalla professoressa Ornella Manella.

Sabato 20 gennaio, a partire dalle ore 16, sarà approfondito il contrasto alla violenza di genere, che è anche il tema della ventesima edizione del Premio “La Donna dell’Anno”.
Caddy Adzuba racconterà la sua esperienza di vita, di come il Premio ricevuto nel 2012 abbia influenzato la sua azione nella difesa dei diritti umani, in particolare delle donne e dei bambini, e aprirà una finestra di conoscenza su un paese che continua a soffrire guerre intestine e eterni conflitti.
Sarà poi l’attrice Corinna Lo Castro a leggere alcuni racconti, scelti nel vastissimo immaginario dei personaggi femminili di William Shakespeare, che esaltano la sensibilità, la capacità di accogliere e lo spirito di resilienza di cui una donna può essere capace: tre eroine che incarnano la forza inespugnabile della dignità, la lealtà verso se stesse e il coraggio di fronte alla propria morte.
Alda Borrè, Direttore della Radiologia del CTO di Torino, illustrerà l’esperienza di come i medici e il personale tutto del Pronto Soccorso si prendano cura di una donna che abbia subito violenza, dichiarata o no, per condurla nel suo percorso diagnostico-terapeutico con particolare riguardo alle modalità di interazione da mettere in atto. 
Spetterà invece all’Avvocato Anna Ventriglia – Volontaria Associazione Centro Donne contro la violenza – aprire alla conoscenza della realtà della nostra regione, ad analizzare e individuare le varie tipologie di violenza, ad  indicare quelle che possono essere le azioni giudiziarie da intraprendere nel caso la donna decida di denunciare e, in generale, quella che può essere la rete di centri e servizi a cui la donna può fare riferimento per essere accompagnata nel difficile percorso di uscita dalla violenza.
Il saluto del presidente nazionale del Soroptimist International d’Italia, Patrizia Salmoiraghi, chiuderà questo  momento di confronto.

© 2020 All rights reserved.