fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Sindacati: i bandi per i cantieri forestali potrebbero penalizzare i lavoratori già in graduatoria

Le Organizzazioni sindacali,Fai Cisl, Flai Cgil, Savt Forestali e Uil, martedì 16 gennaio, hanno incontrato l’Assessorato dell’Agricoltura in relazione ai cantieri forestali.

I sindacati affermano che avevano chiesto l’incontro in seguito all’approvazione della Legge di Bilancio che, ricordano, “non è stata mai preventivamente né ufficialmente discussa né concertata ad alcun livello confederale o di categoria“.
Sono emerse perplessità in merito a ciò che i sindacati definiscono la “unilaterale decisione della Regione di modificare la lista in essere, la cui scadenza originale era prevista per maggio 2019“.
L’Assessore all’Agricoltura ci ha informati – spiega la nota congiunta – della volontà di aggiornare e integrare la graduatoria vigente che, a nostro avviso, con le nuove modifiche potrebbe penalizzare tutti quei lavoratori che da anni attendono concrete risposte occupazionali dal settore forestale e che, ora, potrebbero veder vanificati anni di attesa, in relazione a possibili modifiche penalizzanti sia in chiave di posizione in graduatoria sia in relazione alla discutibile attivazione di bandi per il riconoscimento dei livelli contrattuali, peraltro da molti già acquisiti con anzianità di servizio, corsi professionali ed età anagrafica; livelli che rischiano seriamente di andare perduti, con reale  danno professionale ed economico a carico degli operai forestali“.
Inoltre le organizzazioni sindcali non si condividono la cancellazione dei piani straordinari Over 45 e 50 e della clausola sociale per i cantieri esternalizzati.
Pur accogliendo favorevolmente la decisione di portare a 120 giornate lavorative per  circa 400 lavoratori  e di rilanciare la forestazione, come da noi più volte sollecitato  in questi anni, non abbiamo avvallato nessuna scelta e abbiamo chiesto un tavolo permanente di confronto e monitoraggio, al fine  di conoscere i  piani lavori 2018  e i relativi fabbisogni occupazionali – concludono le sigle -. Ad oggi siamo ancora in attesa di ricevere preventivamente tutta la documentazione riguardante il settore idraulico forestale regionale“.

© 2020 All rights reserved.