fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Sinistra civica e Mouv’ solidali con Centoz ma non con le scelte del PD

AltraVda, Rifondazione Comunista Vda, Possibile Vda, PCI VdA, Potere al Popolo Vda, Risposta Civica e il Gruppo consiliare regionale Mouv-Coalition Citoyenne approvano la decisione del sindaco di Aosta di negare l’utilizzo di sale comunali per l’iniziativa del Comitato 10 febbraio VdA.








Siamo e continueremo ad essere molto critici sull’azione amministrativa della Giunta guidata da Fulvio Centoz – scrivono in una nota congiunta – ma in questo caso diamo atto di aver posto fine alla inaccettabile provocazione della presentazione di libri osannati dalla destra xenofoba e razzista nel Giorno della Memoria. Di aver fatto, insomma, il Sindaco“.
Tuttavia ritengono
di sottolineare alcuni aspetti: “Il primo riguarda la lettera che il Sindaco ha inviato agli organizzatori della provocazione: il 25 aprile è la data della Liberazione dal Nazifascismo e non celebra quindi una tragedia, ma la sua fine, che tale appunto deve rimanere. La seconda sottolineatura riguarda, ahimè, il presente. Non abbiamo dubbi che il Sindaco e il suo partito di riferimento abbiano a cuore la preservazione della Memoria e l’Antifascismo come faro dell’azione politica, ma il rischio che abbiamo corso è diretta conseguenza delle alleanze fatte con forze pronte a rinnegare qualunque valore e persino la propria storia, come recentemente provato in Consiglio Comunale. L’opportunismo politico porta spesso, quasi impercettibilmente, a ritrovarsi prima in situazioni imbarazzanti, poi sull’orlo del baratro. Ci permettiamo allora, infine, di suggerire sommessamente a un partito che ha ancora nel nome l’aggettivo «democratico » di partire da questo episodio per chiedersi dove stia andando. E con chi“.






© 2020 All rights reserved.