fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Convocato il Consiglio Valle

Il Consiglio regionale si riunirà martedì 20 e mercoledì 21 febbraio, con inizio alle ore 9, per esaminare un ordine del giorno composto di 36 oggetti, tra cui 9 interrogazioni, 16 interpellanze e 4 mozioni.

Due le interrogazioni a risposta immediata. La prima, posta dal Movimento 5 Stelle, riguarda  dichiarazioni rilasciate dall’Assessore alla sanità, salute e politiche sociali agli organi di stampa in merito all’esito del ricorso al TAR relativo alla nomina del Direttore dell’Azienda USL.
La seconda è proposta dal gruppo Area civica-Stella Alpina-Pour Notre Vallée e tratta l’organizzazione dei presidi d’emergenza sanitaria.
In merito alle interrogazioni, due sono state presentate congiuntamente da Alpe e Area Civica-Stella Alpina-Pour Notre Vallée per chiedere notizie delle risultanze del tavolo di lavoro per concordare le modalità di una proficua accoglienza dei migranti e per conoscere la situazione dell’iter di revisione del Piano regionale di tutela delle acque.
Il gruppo Alpe ha posto tre interrogazioni a proposito di: iniziative poste in essere per consentire a tutti i produttori agricoli di accedere a misure di protezione contro le calamità naturali; iter per il restauro del monumento dell’Alpino posto in piazza Chanoux ad Aosta; perfezionamento delle procedure tecniche per l’effettuazione dello scrutinio centralizzato dei voti per l’elezione del Consiglio regionale.
Tre sono anche le interrogazioni iscritte dal gruppo Coalition Citoyenne-Mouv: gestione dell’area megalitica del Parco archeologico di Saint-Martin-de-Corléans; procedura di smaltimento dell’umido e modalità di calcolo di bioplastiche biodegradabili; valutazione della congruità economica dell’offerta per la gestione del sistema informativo regionale per il 2018.
Un’interrogazione è stata posta dal Movimento 5 Stelle in merito alle situazioni di morosità relative ai pagamenti di canoni demaniali per le subconcessioni di derivazione d’acqua a uso idroelettrico.
Per quanto attiene alle interpellanze, una è stata depositata congiuntamente da Alpe e AC-SA-PNV sulla predisposizione di un bando per l’individuazione del nuovo Direttore del Forte di Bard, mentre con un’altra congiunta ALPE, AC-SA-PNV e CC-M trattano della predisposizione di un piano di fattibilità per la realizzazione dello snodo ferroviario di Chivasso.
Il gruppo AC-SA-PNV illustrerà un’altra interpellanza a proposito di interventi per favorire l’occupazione giovanile.
Il gruppo ALPE ha depositato cinque interpellanze: regolamentazione dell’attività di ciclo escursionismo; misure per la riduzione del tasso della “mortalità evitabile”; introduzione di esenzioni per le persone affette da fibromialgia; riconoscimento della figura professionale di accompagnatore di media montagna; interventi per consentire agli operatori del Soccorso Alpino Valdostano di svolgere compiutamente la propria attività.
Cinque sono anche le interpellanze del gruppo Coalition Citoyenne-Mouv: mancato abbattimento delle barriere architettoniche dell’immobile del CRAL Cogne ad Aosta;
 predisposizione di un piano per il rilancio dell’economia e dell’occupazione; assegnazione da parte dei competenti organi regionali delle risorse finanziarie per l’assunzione del personale idraulico-forestale; riattivazione del collegamento aereo nella tratta Aosta-Roma; presentazione alla competente Commissione consiliare di una bozza per il rinnovo del Piano di benessere e salute.
Il gruppo Movimento 5 Stelle ha proposto tre interpellanze: risultanze dell’attività della Commissione incaricata del rilascio delle autorizzazioni per prestazioni di ricovero e di radiologia diagnostica in strutture private fuori Valle; intendimenti  in merito alla conclusione dell’iter relativo al disegno di legge in materia di limiti al prelievo idrico e di tutela dei corsi d’acqua; chiarimenti da parte della società SITRASB sul contenzioso relativo alla progettazione preliminare dei lavori della galleria del Gran San Bernardo.
All’ordine del giorno figurano quattro mozioni: una è stata presentata dai gruppi CCM, AC-SA-PNV, M5S e ALPE sulla soluzione delle problematiche riguardanti gli operatori socio sanitari in occasione del rinnovo contrattuale 2016-2018; due sono state depositate congiuntamente dai gruppi M5S e CCM in merito all’ultimazione dell’iter di realizzazione del nuovo ospedale e alla sospensione dei bandi relativi all’individuazione di operatori economici per la gestione della Casa da gioco di Saint-Vincent. L’ultima iniziativa è stata iscritta da ALPE sull’illustrazione alla competente Commissione consiliare delle motivazioni del mancato collaudo del vallo di protezione della frana di La Saxe nel comune di Courmayeur.
Infine, all’ordine del giorno è stato iscritto per decorrenza termini il disegno di legge recante interventi regionali a sostegno delle infrastrutture sportive nei complessi funiviari di interesse sovralocale.
quest ordine del giorno potrà essere integrato dalla presentazione di risoluzioni.

© 2020 All rights reserved.