fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Cambia la Giunta di Quart

Lunedì 7 maggio, si è riunito il Consiglio comunale di Quart e, dopo aver approvato i verbali della seduta precedente, ha appreso dal sindaco che l’ANAS SpA ha intenzione di rivedere il progetto relativo ai lavori di ammodernamento e riqualificazione della SS26.

La decisione è stata comunicata dal Presidente dell’Anas SpA nel corso di un incontro organizzato dalla Presidenza della Regione autonoma Valle d’Aosta il 18 aprile scorso. È stato aperto un tavolo di lavoro dell’Assessorato alle opere pubbliche, per apportare adeguamenti al progetto, da riappaltare in tempi brevi, a seguito della rinuncia dell’impresa affidataria. La minoranza ha auspicato che, nel disporre i progetti, si tenga conto della volontà dei commercianti e dei residenti della zona interessata.
I lavori sono proseguiti con un’interrogazione della minoranza avente a oggetto il collegamento stradale con il villaggio Combe. L’opposizione ha chiesto alla Giunta se sia stato avviato un iter per risolvere l’attuale situazione (difficoltà di accesso). Il sindaco ha risposto che, dopo le prime valutazioni, ha avuto luogo una riunione, alla quale hanno partecipato gli abitanti della frazione e sono state valutate tre possibili soluzioni: allargare il sottopasso esistente sotto la ferrovia; utilizzare il sottopassaggio in località Teppe per poi percorrere una strada parallela alla ferrovia; utilizzare la strada di Saint-Sixte per poi innestarsi sulla strada esistente appena prima del villaggio Combe. Secondo il progettista, la terza opzione è la più economica e realizzabile. La minoranza ha chiesto come mai non si sia pensato di far passare la strada da Champlan. Inoltre, sempre l’opposizione ha evidenziato come, a Saint-Sixte, sia già presente un incrocio pericoloso. Il primo cittadino ha precisato che predisporre un passaggio da Champlan sarebbe difficile dal punto di vista tecnico (limitazioni dovute alla presenza della ferrovia) e sarebbe più oneroso.
Il segretario comunale ha poi preso la parola per comunicare alcune precisazioni allo Statuto comunale, dopo che, in marzo, in Consiglio aveva approvato alcune modifiche al testo. Sulla questione, il Consiglio si è pronunciato favorevolmente all’unanimità.
Il sindaco ha poi posto in approvazione la sua proposta di composizione della Giunta comunale: Massimiliano Lale Demoz ha assunto le funzioni di vice sindaco; sono stati nominati due nuovi assessori: Cristina Desandré e Severino Giovinazzo.
Cristina Desandré avrà conferimento di incarico alla Sanità e politiche sociali, Severino Giovinazzo all’Ambiente; rimaranno conferiti gli incarichi al Turismo e sport all’assessore Milena Zanardi, alle Reti tecnologiche e difesa del suolo all’assessore  Silvano Herin, ai Trasporti e istruzione pubblica all’assessore Paolo Fiori.
In sede dichiarazione di voto, la minoranza ha comunicato la propria astensione in quanto, a prescindere dai soggetti nominati, si tratta di un atto di competenza esclusiva della maggioranza. La proposta del sindaco è stata approvata dal Consiglio.
Dopo che il sindaco ha comunicato che è stata adottata una variazione di Bilancio, il Consiglio ha approvato il Rendiconto dell’esercizio finanziario 2017: l’avanzo ammonta a 1.208.693,72 euro, di cui 159 mila non vincolati e quindi nella disponibilità dell’ente. Dopo la lettura della relazione del revisore dei conti, la minoranza ha dichiarato la propria astensione in quanto, non avendo condiviso il precedente Bilancio di previsione, mantiene la propria linea di coerenza.
I lavori sono proseguiti con l’approvazione di alcune variazioni al Bilancio di previsione 2018/20:  l’Ente intende quindi utilizzare: 10 mila euro per il contributo investimenti legati alla gestione dell’ente, 6 mila euro per i lavori nel lungo Dora, 40 mila euro per interventi stradali, 10 mila euro per installazione di defibrillatori in alcune zone strategiche. Un consigliere di minoranza ha fatto presente che è stato contattato da un’associazione automobilistica intenzionata a organizzare un evento (per tre anni) nel Comune di Quart; in cambio della concessione dell’utilizzo di suolo pubblico, l’associazione si è detta disponibile a versare donazioni al Comune per l’acquisto di defibrillatori. Inoltre, la minoranza ha chiesto chiarimenti riguardo ai 40 mila euro previsti per gli interventi stradali. Il sindaco ha risposto che si tratta di un intervento di posizionamento di barriere stradali. La minoranza si è poi detta disponibile a collaborare, tramite le Commissioni, nella valutazione delle voci di spese per le variazioni di bilancio. La variazione è stata approvata con l’astensione della minoranza.
In chiusura, è stata approvata la bozza di convenzione con l’Unité des Communes valdôtaines du Mont-Émilius per il progetto straordinario di Lavori di utilità sociale nell’anno 2018.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.