fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Videosorveglianza: il Comune di Aosta e la Questura firmano un protocollo d’intesa

Nel pomeriggio di mercoledì 1° agosto, il Comune di Aosta e la Questura della Valle d’Aosta hanno siglato un protocollo d’intesa in materia di sicurezza.

Come si legge sul documento, il Protocollo è stato redatto “al fine di assicurare un migliore controllo del territorio per le esigenze di ordine e sicurezza pubblica attraverso l’utilizzo di un sistema condiviso di videosorveglianza“.
Partendo dal presupposto secondo cui gli obiettivi di sicurezza possono essere conseguiti al meglio attraverso l’azione integrata dei diversi livelli di governo e con la piena partecipazione degli attori del mondo sociale e produttivo, l’Amministrazione comunale di Aosta e la Questura hanno voluto disciplinare le modalità di condivisione dei dati raccolti dal sistema federato di videosorveglianza sul territorio comunale, attraverso la collocazione in rete delle immagini, in maniera tale da renderle usufruibili nella sede delle Centrale operativa della Questura.
Per quanto riguarda gli obblighi in capo al Comune, quest’ultimo “si impegna a fornire alla Questura la connettività e una Centrale di controllo per attuare il sistema federato, estendendo l’accesso ai video raccolti nella Centrale operativa della Polizia locale“. Dall’altra parte, la Questura “si impegna a conservare con cura le attrezzature informatiche ricevute in comodato, avendo riguardo a garantire l’accesso presso la Centrale di controllo solo al personale della Polizia di Stato e ai soggetti appositamente autorizzati di volta in volta dal dirigente preposto al coordinamento della Centrale in questione“.
Il sindaco di Aosta e il questore Andrea Spinello hanno ricordato come, negli utlimi anni, in Valle d’Aosta siano state rafforzate le politiche per la legalità e la sicurezza. In questo ambito, hanno assunto particolare rilievo i progetti di investimento in tecnologie per la sicurezza dle territorio, tra cui quelli relativi ai sistemi di videosorveglianza, che possono costituire un supporto sia per la Polizia sia per le esigenze del sistema di protezione civile regionale.
I costi legati alla gestione dell’impianto di videosorveglianza restano a carico del Comune di Aosta.

© 2019 All rights reserved.