fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Paolo Ribet è il nuovo pastore valdese di Aosta

Paolo Ribet, subentrando ad Antonio Adamo, è il 42esimo pastore valdese di Aosta.

Il pastore viene da un trascorso quasi decennale a Torino. Prima, Ribet aveva rivestito “incarichi amministrativi importanti, quali quello di presidente degli Ospedali valdesi e della Commissione sinodale per la Diaconia” ha spiegato il presidente del Consiglio di Chiesa, Mario Trèves.
A Torino ho vissuto un’esperienza lunga e forte – ha commentato Ribet -. Un’esempio che vorrei portare qui in Valle è quello del Comitato Interfedi“. In occasione delle Olimpiadi di Torino, era stato creato un Comitato che aveva il compito di “occuparsi della cura pastorale degli atleti e del pubblico“. Terminato l’evento sportivo, tuttavia, il Comune di Torino decise di mantenere il Comitato: “si è così creato un tavolo di confronto a cui potevano sedere gli esponenti della varie religioni” ha raccontato il pastore.
Riguardo al trasferimento in Valle d’Aosta, Ribet ha spiegato che “arrivo ad Aosta per una scelta familiare. Mia figlia abita a Charvensod, quindi, raggiunta l’emeritazione, ho pensato di trasferirmi in Valle“. Venuto a conoscenza del fatto che ad Aosta mancava il pastore valdese, “ho accettato volentieri l’incarico. Penso che quella pastorale sia una scelta di vita, non una professione“. Secondo Ribet, “la comunità valdese di Aosta è piccola dal punto di vista numerico, ma ha una vita bella vivace“.
Il pastore Ribet si occuperà della Chiesa di Aosta e di quella di Courmayeur. Inoltre, la Tavola valdese gli ha chiesto di occuparsi anche delle comunità valdesi di Ginevra e Losanna: “Cosa che ho cominciato a fare da circa un mese, con gioia ed entusiasmo” ha concluso Ribet.

Paolo Ribet è nato nel 1948 a Livorno ed è “un pastore di quarta generazione“.

© 2020 All rights reserved.