fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Procura di Aosta, calano i reati e aumentano le intercettazioni

Le novità
“Siamo più che soddisfatti per i risultati raggiunti nel 2018”, riassume il sostituto procuratore Eugenia Menichetti.
Tra le novità, l’attivazione dell’ufficio Urapi (che riceve gli atti, le notizie di reato e veicola queste informazioni alle segreterie dei magistrati) e il Cit (Centro Intercettazioni Comunicazioni, che comprende anche le sale d’ascolto di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, dotato di rigorosissimi sistemi di sicurezza).
Con la funzione di trattare materie prioritarie (a completamento di quelle generiche, già previste per legge) sono stati istituiti quattro dipartimenti di indagine: Dipec (persona e comunità familiare), Diat (ambiente e territorio), Dipae (pubblica amministrazione ed economia) e Dial (alimenti e lavoro). L’altra novità riguarda la dotazione, alla Procura, di due database, “per stare al passo con l’affinamento sempre maggiore delle tecniche investigative e per velocizzare la definizione dei procedimenti”, ha spiegato Menichetti.

Realtà geo criminale
La Valle d’Aosta conferma, anche per il 2018, il trend di decrescita del livello di delittuosità. Confrontando l’anno 2017 e il 2018, si registra un calo del 13,99% per i furti, una diminuzione dell’87,50% dei delitti di ricettazione e un calo del 50% delle rapine. In totale, la percentuale dei delitti dal 2017 al 2018, in Valle d’Aosta, è diminuita del 9,04%.

Spese
“Per contenere la spesa si è fatto meno ricorso all’affidamento a incarichi esterni per privilegiare, invece, le competenze già possedute dal personale interno”, ha precisato il sostituto procuratore Luca Ceccanti. Spicca però l’aumento della spesa per intercettazioni telefoniche e ambientali (passata da circa 178.500 euro nel 2017 a circa 284.200 euro nel 2018). Tale crescita è dovuta, ha chiarito Ceccanti, “all’aumento delle intercettazioni sia in termini quantitativi che qualitativi. Si indaga di più e si indaga meglio“. Tuttavia, grazie ai nuovi incarichi, la spesa degli interventi è sensibilmente calata da 9 a 8 euro a punto e, una volta ammortizzati gli investimenti infrastrutturali di sicurezza, scenderà ulteriormente a 6 euro a punto. 

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 All rights reserved.