fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Artigianato di tradizione ad Aosta

Nata nel 1969 per creare un evento espositivo che affiancasse, nella stagione estiva, la millenaria Fiera di Sant’Orso, la Foire d’Éte anche quest’anno rappresenterà il grande evento attorno al quale si articola l’estate aostana.
La giornata prenderà il via in piazza Chanoux alle ore 10 del 3 agosto con l’inaugurazione alla quale parteciperanno la Filarmonica Regina Margherita di Gaby e il gruppo folkloristico Les Sallereins di La Salle e sarà costellata da dimostrazioni di lavorazioni artigianali, di antichi saperi e animazioni musicali dislocate nelle vie e nelle piazze del centro storico di Aosta.
Per i più piccoli è prevista, con ritrovo in piazza Roncas, la Veillà di Petchou d’été, un percorso loro dedicato per scoprire la Foire, la sua storia e le sue tradizioni in maniera ludica assieme agli artigiani del Museo dell’Artigianato Valdostano.
Alle ore 18 in avenue Conseil des Commis si terrà la tradizionale Gara delle Botti, corsa goliardica fra equipaggi rappresentativi delle categorie degli artigiani, la cui premiazione sarà accompagnata dalle note del gruppo musicale Skarlett in piazza Chanoux alle ore 19.
Durante tutta la giornata, sotto i portici del Municipio, saranno presenti i banchi del mercatino di prodotti agricoli locali de Lo Tsàven, organizzato dalla Coldiretti Valle d’Aosta.
Saranno in totale 443 gli espositori iscritti alla 51a edizione della Foire d’Éte, dei quali 324 nei settori tradizionali e 119 nei settori non tradizionali.


A precedere la Foire di qualche giorno, la 66a Mostra-concorso dell’artigianato valdostano di tradizione che si terrà dal 20 al 28 luglio in piazza Chanoux. La manifestazione fu ideata nel 1954 e allargata ad altre categorie oltre a quella degli scultori a partire dalla ventesima edizione, con l’obiettivo di promuovere la maestria degli artigiani valdostani invitandoli a sfidarsi nella produzione di uno specifico oggetto legato alla tradizione. Le categorie presenti in questa edizione spaziano dalle molle per la raccolta delle castagne, nella categoria degli attrezzi agricoli, ai classici cavallini tatà con rotelle, nella categoria dei giocattoli, passando per gli scalda letto in rame e i ditali da cucito in oro e argento.
In questa edizione, in un’ottica di valorizzazione del Trofeo Mezzalama, la gara di sci alpinistica che attraversa il massiccio del Rosa, è stata istituito un premio speciale per la realizzazione di una scultura tuttotondo che sarà assegnata come riconoscimento alla squadra vincitrice di tre edizioni consecutive.
La manifestazione sarà inaugurata alle ore 10 di sabato 20 luglio; per tutta la sua durata, ogni sera alle ore 21 si terranno dimostrazioni di lavorazioni artigianali e momenti di intrattenimento musicale.
Saranno 180 le opere partecipanti al concorso ed esposte, delle quali 52 nella categoria dei giocattoli.

Dal 1 al 4 agosto piazza Chanoux ospiterà anche l’Atelier des Métiers che permetterà a imprese attive nei settori dell’artigianato di esporre i loro prodotti e incontrare direttamente i visitatori.

Gli eventi estivi riguardanti l’artigianato non si svolgeranno esclusivamente ad Aosta: l’11 agosto, dalle ore 9.30 alle 18, nel centro storico di Antey-Saint-André si terrà la 25a Fiera dell’artigianato valdostano di tradizione, nel corso della quale saranno esposti i risultati dei corsi per l’apprendimento dei metodi di produzione artigianale finanziati dalla Regione. Questa edizione, in particolare, sarà dedicata al ricordo dello scultore antesan Louis Meynet, con l’allestimento di una mostra.



© 2020 All rights reserved.