fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Agosto e Settembre al Castello d’Ussel

Anche nei mesi di agosto e settembre 2019, il castello di Ussel accoglierà numerosi eventi in occasione dell’apertura straordinaria.

Le visite guidate al castello

Si comincia con venerdì 2 (alle 15 e alle 16), sabato 3 (alle 10, alle 11, alle 15 e alle 16) e domenica 4 agosto 2019 (alle 10, alle 11 e alle 12), con le visite guidate al castello.

Le visite proseguiranno sabato 10 alle 15 e alle 16), domenica 11 (alle 10, alle 11, alle 15 e alle 16), e lunedì 12 agosto (alle 15 e alle 16); mercoledì 14 (alle 15 e alle 16) e giovedì 15 agosto (alle 10, alle 11, alle 15 e alle 16); sabato 17 agosto (alle 10, alle 11, alle 15 e alle 16) e domenica 18 (alle ore 10, 11 e 12).

Dopo una pausa, le visite guidate riprenderanno venerdì 6 settembre (alle ore 15 e 16), sabato 7 (alle 10 e 11) e domenica 8 (alle 10, 11 e 12).

E continueranno venerdì 13 (alle ore 15 e 16), sabato 14 (alle 10, 11, 15 e 16) e domenica 15 settembre (alle ore 10, 11 e 12).

Ultime visite guidate venerdì 27 (alle ore 15 e 16 ) e sabato 28 settembre (alle 10, 11, 15 e 16).

La mostra De bello montis

La mostra temporanea De Bello Montis è una piccola mostra di abiti e armi del XV e del XVI secolo che può anche essere visitata autonomamente

Questi gli orari: dal 19 luglio all‘11 agosto: venerdì: 14-18; sabato: 9-12, 14-17; domenica: 9-13.
I giorni 12, 13 e 14 agosto: 14-18.
I giorni 15, 16 e 17 agosto : 9-12, 14-17.
Il 18 agosto: 9-13
I giorni 24 e 25 agosto: 9-13 e 14-18.
Dal 6 al 29 settembre: venerdì: 14-18; sabato: 9-12, 14-17; domenica: 9-13.

Aperitivi e brunch al Castello

Venerdì 9, mercoledì 13 agosto, sabato 7 e domenica settembre, Aperitivo al castello in compagnia dei mercenari svizzeri cinquecenteschi, dalle ore 18.30. Durante l’ultimo appuntamento, si potrèà anche assistere all’investitura di un cavaliere.

Domenica 22 settembre, alle ore 10.30, sempre in compagnia dei mercenari svizzeri cinquecenteschi, non un aperitivo ma un Brunch al castello.

Caccia al Tesoro

Venerdì 16 agosto 2019 il Castello d’Ussel ospiterà, in occasione del patrono, la Caccia al tesoro, in due turni: dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

Rievocazione storica

Sabato 24 e domenica 25 agosto 2019 si svolgerà la rievocazione storica della Quinta battaglia d’Italia del 30 aprile 1524, a cura dell’associazione culturale Les Chavaliers de Arpitan.

Il gruppo di rievocatori che propone l’evento è quello degli Chevaliers de Arpitan (iscritta al Cers, Consorzio Europeo Rievocazione Storica), che si occupa della ricerca storica sul mercenariato militare svizzero dei primi trent’anni del XVI secolo attraverso l’analisi delle fonti letterarie, iconografiche e materiali utili a riprodurre il più fedelmente possibile il periodo storico trattato. Per rievocazione si intende un’attività che ha come scopo la riproposta di vicende storiche specifiche. Ben diversa è quindi dalle feste o sagre che, più semplicemente, si ispirano al passato. Il suo obiettivo è di riscoprire e valorizzare le tradizioni storico-culturali di un determinato luogo, tempo e popolo. Il riferimento storico, per quanto riguarda la manifestazione, è Il 30 aprile 1524 quando si svolse, a Romagnano (oggi Romagnano Sesia), un’importante battaglia del più ampio quadro legato alla Quarta Guerra d’Italia. In tale occasione si videro schierati da una parte il Sacro Romano Impero, l’Impero Spagnolo e qualche Stato italiano; dall’altra il Regno di Francia. Furono in particolar modo le truppe spagnole di Carlo V a scontrarsi con l’esercito francese di Francesco I. Già nel 1523, i Francesi dell’ammiraglio Bonnivet inviarono nel Nord Italia un esercito composto da 1.800 cavalieri, 10.000 mercenari svizzeri, 6.000 lanzichenecchi, 3.000 italiani e 12.000 francesi. Nonostante l’imponenza del contingente militare, la Francia però perse. Ciò che è interessante di questo evento, nel quadro della storia legata al territorio valdostano, è che nella metà dell’aprile 1524 giunsero in soccorso del fronte francese 10.000 mercenari svizzeri proprio attraverso la Valle d’Aosta, itinerario seguito anche per il loro rimpatrio a seguito della ritirata finale. Questo episodio non è però il solo a rappresentare la testimonianza del loro passaggio in Valle d’Aosta. Tra 1512 e 1515, infatti, sono documentati altri casi: dalla Val Padana, attraversarono la Valle centrale per raggiungere il colle del Gran San Bernardo. Questi spostamenti sono stati dettagliatamente riportati negli atti di contabilità relativi al trasporto di arsenali, cannoni, spezie, corde, scodelle, torce, sale, grasso per carri eccetera. Anche il Col Teodulo ha giocato un ruolo non indifferente negli spostamenti da e per l’Oltralpe, come testimonia anche il ritrovamento del corpo smembrato di un mercenario svizzero della fine del 1500, con tanto di armi e monete, emerso dal ghiacciaio dell’omonimo colle.

Burattini e cantastorie

Venerdì 30 agosto, alle 10 e alle 14 animazione di Burattini e Cantastorie sempre nell’ambientazione suggestiva del castello.

Divina commedia a Ussel

Sabato 21 settembre, Amadio Facchini commenterà brani della Divina Commedia alle 17:30: Essere e Apparire. L’essere umano dantesco.

Messaggeri alati

Venerdì 16 agosto e domenica 29 settembre, sarà presente al castello un gruppo storico e i suoi rapaci.

Ulteriori dettagli su sul sito del Comune di Châtillon.

© 2019 All rights reserved.