fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Prosegue il lavoro in Commissione sulle riforme per gli enti locali

La prima e la seconda Commissione del Consiglio Valle, riunite martedì 6 agosto 2019, hanno proseguito il lavoro sul disegno di legge che contiene disposizioni urgenti per il reclutamento di segretari degli Enti locali della Valle d’Aosta.

Rinviata l’approvazione in Commissione del disegno di legge sui segretari comunali

«Le Commissioni – spiegano i presidenti della prima e della seconda Commissione, Patrizia Morelli (Alpe) e Pierluigi Marquis (Stella alpina) – hanno convenuto di voler procedere ad alcune verifiche tecniche finali, prima di votare la legge che sarà iscritta al primo Consiglio utile di settembre. L’obiettivo condiviso è di mettere i Comuni nella condizione di disporre di un numero adeguato di segretari, in vista del rinnovo dei Consigli comunali previsto per il 2020

Il fatto che la maggioranza abbia rinviato per la seconda volta l’approvazione di questo provvedimento – commentano  i consiglieri Stefano Aggravi (Lega VdA), Elso Gerandin (Mouv’) e Claudio Restano (GM) – conferma la fondatezza della nostra richiesta di procedere ad altri approfondimenti, piuttosto che approvare in tutta fretta il disegno di legge. I suggerimenti che avevamo fornito e le audizioni che avevamo richiesto sono elementi necessari al miglioramento di questa norma».

Cpel vuole integrare la proposta di riforma della legge sulle associazioni fra Comuni

Nella stessa riunione, le Commissioni hanno anche trattato la proposta di legge dei gruppi Misto, Lega VdA e Mouv’, volta a modificare la disciplina dell’esercizio associato di funzioni e servizi comunali (l.r. 6/2014). In merito, hanno audito una rappresentanza del Consiglio permanente degli Enti locali.

Per i Presidenti Morelli e Marquis, «quello di oggi è stato un primo incontro su un tema che vedrà coinvolte le Commissioni, in collaborazione con la Giunta regionale e con il Cpel. È stata l’occasione per ricordare come la legge in questione abbia fatto fare dei passi in avanti in termine di collaborazione tra gli Enti, ma che la sua applicazione abbia anche fatto emergere delle criticità che vanno affrontate. Le Commissioni si ritroveranno a settembre, dopo aver acquisito la documentazione a cui il Consiglio permanente degli Enti locali sta ancora lavorando».

«In quanto relatori della proposta di legge – scrivono Aggravi, Gerandin e Restano -, non possiamo che esprimere un giudizio favorevole sull’audizione dei rappresentanti del Consiglio permanente degli Enti locali, che si sono dimostrati disponibili al confronto. Riconoscendo di massima l’impianto della nostra proposta, hanno fornito nuovi spunti e hanno annunciato la presentazione formale di ulteriori suggestioni, che si riveleranno sicuramente utili per elaborare un testo finale il più possibile condiviso.»

Potrebbe interessarti:

© 2019 All rights reserved.