fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Progetti e ipotesi a due ruote per Saint-Pierre

L’Amministrazione comunale di Saint-Pierre ha organizzato, venerdì 6 settembre 2019, una serata attorno al tema del cicloturismo.

Il programma della serata prevedeva in primis l’assegnazione del premio Leopoldo Perrod, un riconoscimento economico concesso per la migliore tesi di laurea che tratti, da un punto di vista economico, sociale o geografico,  del Comune di Saint-Pierre.  Ad aggiudicarsi il premio è stato Camillo Astori, autore di una tesi sulla riconversione della ferrovia Aosta – Pré-Saint-Didier in pista ciclabile.

Il premio è stata l’occasione per coinvolgere Daniele Vallet, autore del progetto Boudza-tè, volto a incentivare  la mobilità sostenibile. Il progetto in questione prevede che si riconosca un piccolo corrispettivo economico a chi si reca sul posto di lavoro o a scuola utilizzando le due ruote.

È stato inoltre trasmesso un video sulla sua recente partecipazione alla trasmissione Rai Geo, dove ha illustrato i suoi progetti, non ultimo una collaborazione benefica con  il Congo. Fra il pubblico, per intervistarlo, anche la giornalista de El Pais Veronica Gutierrez Garcia a conferma di quanto la sua idea stia suscitando interesse anche fuori dai nostri confini.

A concludere Daniele Herin, presidente dell’associazione maestri di MTB, si è soffermato su quello che potrebbe essere il futuro del mondo della bicicletta in montagna e le sue connessioni e intrecci con le attività turistiche, emozionando il pubblico con il video di una discesa in mouintain-bike direttamente dal Plauteu Rosa.

A moderare la serata Carlo Gobbo, senpiolèn e giornalista, che ha coinvolto sull’annosa questione del tram-treno l’ex assessore regionale Elio Riccarand presente in prima fila il quale ha condiviso con i presenti la sua opinione e le possibili soluzioni.

© 2019 All rights reserved.