fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Due mediatori culturali in Questura

Dal 5 settembre 2019, due mediatori culturali sono in operativi allo sportello della Questura di Aosta aperto agli stranieri per le loro esigenze amministrative, connesse al rilascio e/o rinnovo di permessi di soggiorno.

L’iniziativa rientra nell’ambito del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione, cofinanziato dalla Commissione europea sulla base di un progetto elaborato dalla Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere del Dipartimento di Pubblica sicurezza in collaborazione con l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, volto ad ampliare il servizio di mediazione linguistico-culturale per le esigenze delle Questure italiane. 

In virtù di questo progetto, denominato Saas (Support Action for Asylum Sections of Immigration Offices and Border Police Offices), i cittadini stranieri soggiornanti in Valle d’Aosta (e in particolare quelli rientranti nella categoria dei richiedenti asilo), potranno essere assistiti da due mediatori, uno senegalese e uno yemenita, conoscitori della lingua araba oltre che dell’italiano, dell’inglese e del francese. 

Il ruolo di questi due operatori all’interno dell’Ufficio Immigrazione della Questura è di facilitare la comunicazione tra i cittadini di origini e culture differenti e la Questura, in modo da promuovere l’inclusione sociale di extracomunitari che per, vari motivi, si trovano nella nostra Regione, oltre che per sbrigare le pratiche amministrative previste dal testo Unico dell’Immigrazione.

Grazie alla perfetta conoscenza di lingue come l’inglese e il francese, oltre che l’arabo e relative varianti dialettali, i due mediatori/interpreti forniscono un supporto all’Ufficio Stranieri, aiutando questa struttura della Questura di Aosta a relazionarsi al meglio con gli stranieri, migliorando così il servizio offerto alla diversificata platea di stranieri.

In tal senso è stata creata un’apposita postazione all’interno della sala d’aspetto della Questura di Aosta, presso la quale gli stranieri bisognosi di aiuto per le loro questioni burocratiche possono rivolgersi al mediatore culturale di turno, ricevendo le indicazioni del caso e un sicuro indirizzamento.

I mediatori sono a disposizione di chi dovesse averne bisogno durante i normali orari di apertura al pubblico dell’Ufficio Immigrazione.

© 2020 All rights reserved.