fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

La Valle d’Aosta nel circuito Abbonamento musei

Lunedì 7 ottobre, a Torino, nel salone del Palazzo Madama, sono stati presentati i siti culturali valdostani che, da quest’autunno, fanno parte del circuito Abbonamento musei, del quale fanno parte oltre 436 istituzioni tra musei, monumenti e mostre tra Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta.
L’Associazione Abbonamento Musei è una realtà che coinvolge più di 150.000 persone e che, nel 2018, ha superato quota 1.000.000 di ingressi complessivi.

Sono 16 i siti culturali valdostani visitabili gratuitamente dai possessori di Abbonamento Musei: Château de Fénis, Château d’Issogne, Château de Verrès, Castel Savoia di Gressoney-Saint-Jean, Castello Reale di Sarre, Château Sarriod de la Tour, di Saint-Pierre, Castello Gamba – Arte moderna e contemporanea in Valle d’Aosta, Area Megalitica di Aosta, Museo Archeologico Regionale – MAR di Aosta, Teatro Romano di Aosta, Criptoportico forense di Aosta, Chiesa paleocristiana di San Lorenzo di Aosta, Ponte acquedotto di Pont d’Ael, Centro Saint Benin (sede espositiva), Museo archeologico regionale (sede espositiva) e il Forte di Bard.

In una seconda fase del progetto, la Regione autonoma Valle d’Aosta proporrà l’adesione al circuito a ulteriori musei, monumenti, sedi espositive della regione.

Per agevolare i visitatori delle regioni vicine, nel corso dell’autunno sono previsti due itinerari in partenza da Torino e da Milano per portare gli abbonati in Valle d’Aosta.

La filosofia è di creare e sviluppare progetti a sostegno dello sviluppo culturale del territorio e dei suoi cittadini, operando in stretta collaborazione con le istituzioni e il tessuto culturale.

© 2019 All rights reserved.