fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Silvia Bigi espone al Gamba

Giovedì 10 ottobre 2019, alle 18,  apre la mostra Résister/Resistere, personale dell’artista visuale Silvia Bigi ospitata dal Castello Gamba di Châtillon: il Museo regionale di arte contemporanea apre le porte a un’esposizione che è l’atto finale della seconda edizione di Montagna sociale contemporanea

Il lavoro fotografico è un’indagine visiva sulle possibili manifestazioni del dominio, con particolare attenzione alla paura intesa come forma primaria di controllo e assoggettamento. La ricerca non segue una linearità spazio-temporale, ma vede piuttosto la coesistenza di storie e di fenomeni che hanno attraversato il territorio depositandosi sulla sua terra, in strati compresenti e comunicanti. 

Il titolo dell’esposizione si riferisce a un graffito inciso nella prigione femminile di Aigues Mortes, nella cella di Marie Durand, accusata di stregoneria a soli 15 anni: prigioniera per 38 anni, Durand non ha mai rinnegato il suo credo. In quell’atto di resistenza si racchiude la forza che in passato si è opposta – e che continua ad opporsi – a ogni tentativo di dominio che ciclicamente si ripresenta.

«Parto dall’idea – dichiara Silvia Bigi – che la storia non sia verità assoluta, piuttosto creazione antropologica determinata culturalmente: questo lavoro rappresenta il tentativo di tracciare una nuova topografia del territorio di Emarèse, facendo riaffiorare le sue storie invisibili, marginali e materializzandole in una nuova iconografia».

La mostra, articolata su tre piani, si compone di fotografie, installazioni e video, in un percorso teso a una vera e propria smaterializzazione: l’ultimo piano presenta infatti un’opera olfattiva, un invito per lo spettatore ad abbandonare il dominio della visione per abbracciare nuove forme di conoscenza. I diversi materiali e oggetti di indagine si intrecciano e rimandano l’uno all’altra: il linguaggio, le risorse della terra e la sua appropriazione da parte dell’uomo, le disuguaglianze di genere.

La mostra sarà aperta al pubblico fino a domenica 3 novembre 2019; gli orari di apertura sono dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 16.

© 2019 All rights reserved.