fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Respinto il ricorso di Leone Rosso per la Cittadella

Si è svolta, martedì 8 ottobre 2019, l’udienza pubblica al Tribunale amministrativo regionale della Valle d’Aosta per il ricorso presentato dalla Cooperativa Leone Rosso per essere stata esclusa dal procedimento di assegnazione della gestione della Cittadella dei Giovani di Aosta.

La tesi del ricorrente

Leone Rosso, rappresentata dagli avvocati Michele Pretti (del Foro di Vercelli) e Gianfranco Sapia ha sostenuto che l’inserimento del piano tariffario nell’offerta tecnica invece che nell’offerta economica non può essere causa di esclusione poiché non anticipa in alcun modo il contenuto quantitativo della proposta. E ciò sarebbe dimostrato dal fatto che, nella precedente gara per la medesima finalità era esplicitamente richiesto di inserire queste informazioni nell’offerta tecnica.

La replica della controparte

Gli avvocati Herbert D’Hérin e Gianni Saracco, che rappresentano la Centrale unica di Committenza che il Comune di Aosta ha incaricato della gestione della gara, hanno replicato che la richiesta di offerta era chiarissima e inequivocabile. Il piano tariffario serviva per valutare l’accessibilità della struttura ai giovani e non illuminava per nulla rispetto alla qualità dell’offerta. Il nodo della questione è quali informazioni economiche possano o non possano essere inserite in un’offerta tecnica.

Il presidente del Tar ha accolto la sollecitazione degli avvocati a esprimersi con celerità, poiché la precedente procedura è scaduta e ha segnalato che la sentenza sarà pubblicata entro sette giorni.

La sentenza

Il Tar dela Valle d’Aosta, con sentenza pubblicata venerdì 11 ottobre 2019, ha respinto il ricorso, ritenendolo infondato.

L’Amministrazione comunale di Aosta provvederà a formalizzare l’affidamento della gestione della Cittadella dei Giovani al raggruppamento temporaneo d’impresa formato dal consorzio Trait d’Union, dalla Fondazione Maria Ida Viglino per la cultura musicale e dalla società cooperativa Teatro Instabile di Aosta, in modo da garantirne l’apertura, e la ripresa dell’attività al servizio della popolazione, nel più breve tempo possibile.

© 2019 All rights reserved.