fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Enti locali in assemblea il 22 ottobre 2019

Si è riunita martedì 22 ottobre 2019, l’Assemblea del Consiglio permanente degli enti locali della Valle d’Aosta.

In apertura, un incontro con l’Assessorato regionale ambiente, risorse naturali e Corpo forestale per l’illustrazione dell’evento Cambiamenti climatici. Introduzione alla giornata di lavoro dedicata agli strumenti di adattamento locale e alla proposta di una “Carta etica” di impegno dei Comuni.

Chantal Trèves ha spiegato di voler presentare l’evento programmato per l’11 novembre 2019, dalle 14.30, nella sala Bim di Aosta. La prima parte, di restitution, sarà un momento di riorganizzazione del pensiero a conclusione delle attività fatte nell’ambito del progetto europeo AdptMontBlanc. Sulla base delle indicazioni ricevuto si sta costruendo uno strumento che permetterà agli amministratori locali di avere indicazioni applicative su cosa fare in risposta alle problematiche del cambiamento climatico.

La seconda parte sarà dedicata alla presentazione della Carta di Budoia, illustrata da Luca Franzoso. Ha specificato che ora la questione non è se salirà la temperatura del globo terrestre ma di quanto salirà. Quindi occorre individuare adattamenti locali alle conseguenze che si presenteranno. L’Assessorato dell’Ambiente ha predisposto dunque una declinazione regionale della Carta, in accordo con il Ministero dell’Ambiente. L’11 novembre sarà anche possibile iniziare a sottoscriverla, per esprimere il desiderio di operare sul proprio territorio per contrastare il cambiamento climatico.

Whatsapp Image 2019 10 22 At 11.09.34

È stato poi chiesto a sindaci e presidenti di Unité des Communes di esprimere alcuni pareri:

  • sulla proposta di deliberazione della Giunta regionale di approvazione degli importi e delle modalità di erogazione dei finanziamenti regionali da assegnare agli enti gestori dei servizi per anziani e inabili per l’anno 2019 è stato espresso parere favorevole all’unanimità.
  • sulla proposta di deliberazione della Giunta regionale concernente l’approvazione dell’aggiornamento degli interventi in materia di affidamento familiare e a favore di giovani adulti e delle modalità per l’erogazione dei contributi relativi è stato espresso parere favorevole unanime. Riccardo Bieler ha spiegato che è prevista l’introduzione sperimentale della figura del tutor, con un contributo di 80 €/mese per supporto al progetto. Sono anche state definite le cifre (massimo 4.500 €/anno) di contributo per l’accoglienza ai bambini e ragazzi (sino a un massimo di 25 anni) accolti da famiglie affidatarie.
  • sulla proposta di deliberazione della Giunta regionale per prorogare al 31 dicembre 2020 della scadenza di presentazione delle cartografie dei comprensori di eliski è stato espresso parere unanime. A oggi, solamente i Comuni di Valtournenche, Gressoney-La-Trinité e Ayas hanno aggiornato la documentazione;
  • sulla proposta di deliberazione della Giunta regionale di Approvazione per il biennio 2019-2020, del piano di azione annuale per la promozione e il sostegno del sistema dei servizi per la prima infanzia è stato dato parere contrario unanime, fatta salva l’approvazione di una serie di osservazioni. È stato ritenuto necessario richiedere che agli enti sia riconosciuto il costo ottimale per ogni bambini iscritto, a prescindere che frequenti a tempo pieno o part time. Inoltre le famiglie devono poter scegliere la sede per l’iscrizione dei propri figli, eliminando rette non vantaggiose per i non residenti. Le minori entrate devono essere rimborsate anche per il servizio di spazio gioco, hanno poi chiesto i sindaci. Si tratta di richieste già avanzate nel 2017 (quando era stato dato parere contrario) e ora ribadite.

È stato annunciato che il Cpel aderisce al progetto Pour les femmes, contro la violenza sulle donne, coordinato dal sindaco di Aymavilles Loredana Petey.

Potrebbe interessarti:

© 2019 All rights reserved.