fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Tre sì ai referendum di La Thuile

Si è concluso con tre sì il referendum cittadino svoltosi, domenica 20 ottobre 2019, a La Thuile.

I quesiti

I cittadini di La Thuile erano chiamati a rispondere a tre quesiti:

  • volete che l’Amministrazione comunale si impegni a promuovere nelle sedi competenti la variante sulla strada statale 26 che dal ponte porta a piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, prosegua costeggiando la destra orografica del torrente Verney fino a ricongiungersi, mediante rotatoria, al tracciato esistente all’altezza della Caserma Monte Bianco?
  • volete che l’Amministrazione comunale si impegni a promuovere nelle sedi competenti gli iter amministrativi al fine di permettere la realizzazione di un campo da golf nei prati di Arly?
  • volete che l’amministrazione comunale si impegni a promuovere nelle sedi competenti la realizzazione di un collegamento permanente mediante un tunnel sotterraneo ad uso prettamente turistico (no traffico commerciale) tra il Comune di La Thuile e i Comuni francesi di Séez/Bourg-Saint-Maurice?

I risultati

Su 644 aventi diritto al voto, si sono recati alle urne 387 votanti.

Questo il risultato del primo quesito: 321 sì, 65 no, 1 bianca.

Questo il risultato del secondo quesito: 228 sì, 152 no, 7 bianche.

Questo il risultato del terzo quesito: 242 sì, 139 no, 6 bianche.

Il commento politico

Mathieu Martinet Ferraris, sindaco di La Thuile, commenta il risultato dei referendum con queste parole: «Come Amministrazione siamo molto contenti della grande partecipazione che c’è stata e per i risultati conseguiti, questo a dimostrare che la scelta di proporre i referendum su questi temi sia stata la scelta migliore. Ora continueremo a lavorare con ancora più vigore sapendo che i Thuillens si sono espressi. In particolare siamo molto contenti per il risultato estremamente positivo sul quesito relativo alla variante sulla strada statale 26, progetto su cui come Amministrazione avevamo già lavorato molto e sul quale la proposta era più definita rispetto agli altri quesiti (esistendo già un progetto di fattibilità), dove praticamente si è raggiunta la maggioranza assoluta rapportata non solo ai votanti ma anche agli aventi diritto (321 su 644)».

Christian Manfredi, presidente del Comitato per un collegamento permanente tra la Valle d’Aosta e la Savoia, ha commentato: «non posso che essere soddisfatto per l’esito dei tre referendum svoltisi a La Thuile ed in particolare per quello relativo alla proposta portata avanti dal comitato.
Sicuramente è stata una grande prova di maturità democratica quella dimostrata dai nostri concittadini, che legittima le aspettative del nostro comitato e che dà una indicazione chiara ai politici a tutti livelli di compiere finalmente i primi passi per l’esame di fattibilità di questa opera.
Mi permetto di sottolineare inoltre che il grande consenso ottenuto dal referendum relativo alla circonvallazione del paese che il comitato vede anche come opera complementare al futuro potenziamento del collegamento con la Francia legato al tunnel.
Concordo con il Sindaco che domenica a La Thuile si sia scritta una bella pagina di democrazia partecipativa già favorita dal voto unanime in consiglio comunale sui tre referendum e sulle regole dell’esercizio referendario.
Comunque sottolineo che, trattandosi di quesiti che erano condivisi da tutti nella campagna elettorale del 2015, mi rammarico del fatto che si siano aspettati 4 anni per proporre alla cittadinanza i quesiti referendari, mentre avremmo potuto farli prima in maniera da guadagnare anni di proficuo lavoro su temi cari a tutti.
Spero che ora il governo regionale contatti i corrispettivi organi della Savoia per cominciare al più presto un nuovo e approfondito studio di fattibilità sul collegamento permanente così come è stato ipotizzato in una riunione del comitato Italiano e Francese svoltosi al Piccolo San Bernardo il 21 settembre 2019.
Un grazie a tutti coloro che hanno partecipato e un impegno a portare avanti questo progetto, considerato a lungo termine questo è vero, ma La Thuile , la Valdigne tutta la Valle d’Aosta basata su una economia prevalentemente turistica deve pensare a lungo termine perché o seguiamo l’evoluzione e lo sviluppo o andiamo verso l’involuzione, il regresso
».

«I cittadini di La Thuile hanno lanciato un segnale chiaro, dando il via libera ad uno studio di fattibilità su un tunnel ad uso turistico tra Italia e Francia» ha commentato il consigliere del gruppo Mouv’ Roberto Cognetta, che ha definito il referendum «un importante esercizio di democrazia diretta.»
«Non posso che apprezzare il fatto che la popolazione abbia avuto l’opportunità di esprimersi su tre quesiti significativi per il paese – ha specificto Cognetta -: la realizzazione di una variante sulla Strada Statale 26, la costruzione di un campo da golf, le valutazioni sul traforo del Piccolo San Bernardo. E proprio quest’opera è prevista in una proposta di legge presentata dal collega Aggravi e di cui condivido in pieno i contenuti. Il provvedimento, attualmente all’esame della terza Commissione consiliaretratta delle modalità di finanziamento e di concessione di opere pubbliche per lo sviluppo di infrastrutture con il coinvolgimento di privati

Due sanzionati

Due coniugi 50enne residenti in Piemonte sono stati sorpresi dai Carabinieri della Stazione di La Thuile con due cartelli nei pressi dei seggi allestiti nel Comune per il referendum consultivo comunale.

20191020 Protesta Referendum La Thuile2
Un cartello accusato di violazione delle norme sulla campagna elettorale, in occasione del referendum a La Thuile del 20 ottobre 2019
20191020 Protesta Referendum La Thuile
Un cartello accusato di violazione delle norme sulla campagna elettorale, in occasione del referendum a La Thuile del 20 ottobre 2019

I due saranno sanzionati ai sensi dell’art. 9 legge 04/04/56 n. 212 – Norme per la disciplina della campagna elettorale, che prevede una sanzione amministrativa da 103 euro fino a 1032 ciascuno.

Potrebbe interessarti:

Anche Manfredi via dal M5S: per essere libero sindaco di La Thuile nel 2020

Anche Manfredi via dal M5S: per essere libero sindaco di La Thuile nel 2020

Chstian Manfredi, capogruppo di opposizione a La Thuile, annuncia la sua intenzione di candidarsi a sindaco di La Thuile per il 2020 e precisa la sua posizione politica.
Leggi tutto

A La Thuile e Sarre 15mila euro per il WiFi gratuito

A La Thuile e Sarre 15mila euro per il WiFi gratuito

La Thuile e Sarre sono fra i 510 i Comuni italiani vincitori del secondo bando Wifi4Eu, l'iniziativa dell'Unione europea che finanzia l'installazione di reti wifi gratuite negli spazi pubblici come biblioteche, piazze e ospedali.
Leggi tutto

Elisoccorso, nuove disposizioni per il volo notturno

Elisoccorso, nuove disposizioni per il volo notturno

soccorsoalpinovaldostano.comIl Comitato di Pilotaggio della Centrale Unica del Soccorso ha definito una nuova procedura per l’attivazione dell’elicottero in volo notturno per effettuare interventi di soccorso sanitario urgente.
Leggi tutto

I sindaci della Valdigne chiedono autostrada, ferrovia, bus, pista ciclabile e sicurezza

I sindaci della Valdigne chiedono autostrada, ferrovia, bus, pista ciclabile e sicurezza

I sindaci dell’Unité des Communes Valdigne Mont-Blanc (Courmayeur, Morgex, Pré-Saint-Didier, La Salle, La Thuile) hanno presentato, nella mattinata di lunedì 15 gennaio, al presidente della Regione e all’assessore regionale ai Trasporti, un documento contenente le principali criticità legate alla viabilità e ai trasporti sul territorio della Valdigne.
Leggi tutto

M5S: un esposto contro il Comune di La Thuile

M5S: un esposto contro il Comune di La Thuile

Sabato 14 aprile, un attivista del Movimento 5 stelle si è recato al Comune di La Thuile per ritirare la documentazione necessaria alla presentazione delle firme ivi raccolte a favore della propria lista, ma ha trovato tutto chiuso.
Leggi tutto

© 2019 All rights reserved.