fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Tiziano Fratus a Saint-Vincent

Sabato 26 ottobre 2019, alle ore 17, nella Biblioteca Primo Levi di Saint-Vincent, si svolgerà un incontro con Tiziano Fratus, il «Cercatore d’alberi».

È un poeta, la cui produzione editoriale è vasta, ramificata, profonda. Nei suoi scritti e nelle sue meditazioni, Fratus ha coniato il concetto di «Homo Radix», una nuova forma di identità: colui o colei che attraversa il paesaggio e crea connessioni spirituali o culturali con gli elementi naturali. Ha perfezionato inoltre la tecnica dell’alberografia, la disciplina della Dendrosofia, una pratica di meditazione quotidiana nei boschi. Di sé egli dice: «Abito un continente compreso fra la carta e la corteccia. La prima radice: la poesia

Interrestrare Al Circolo Dei Lettori Di Torino

Il 26 settembre è stato pubblicato il suo nuovo libro, Interrestràre. Quaderno di meditazioni, un diario intimo nel quale l’autore si racconta, segue il corso del proprio fiume e ne fa ricordo, riflessione, poesia in movimento. Il libro è dedicato al poeta William Stanley Mervin (Pulitzer per la poesia nel 2009, poeta dell’ecologia profonda) scomparso proprio nelle settimane in cui Fratus terminava di lavorare a queste pagine (15 marzo 2019), ma sono tante le persone a lui care che lo «accompagnano nel bosco» per tentare di placare quella sete inestinguibile di natura e di rinascita che agita l’autore. Da Gary Snyder (il Poeta Laureato del Selvatico) a John Muir, da Wendell Berry a Robert Bly, da Thomas Merton ad Adriana Zarri.

Sarà accompagnato, nel suo dialogo con il pubblico, da Luigi Armando Ferrario, scrittore anch’egli, già più volte ospite della rassegna estiva di Villa Quadro, sempre a Saint-Vincent. 

© 2020 All rights reserved.