fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Prima colonnina Cva a Skyway Monte Bianco

Porta di ingresso all’Italia occidentale, la Valle d’Aosta può essere destinazione per un viaggio eco-sostenibile.

Per queste caratteristiche, il Gruppo CVA e BeCharge, operatore integrato per la mobilità elettrica, hanno deciso di unire le forze e come sfida verso una transizione energetica più sostenibile, collaborando per dotare il territorio valdostano di una capillare infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici.

Questa partnership prevede, nell’arco di due anni, l’installazione sul territorio regionale di 250 infrastrutture di ricarica user – friendly per le automobili elettriche.

Le colonnine, di facile utilizzo, sfrutteranno l’energia prodotta da fonti rinnovabili del Gruppo CVA e il prezzo di ricarica è annunciato come competitivo.

«Grazie a questa collaborazione – spiega una nota -, il Gruppo CVA assume un ruolo importante nel settore della mobilità elettrica, che non poteva mancare nella mission aziendale».

Mercoledì 30 ottobre, alle ore 9.30 si darà il via a questo progetto nel piazzale antistante la partenza della Funivia Skyway Monte Bianco, dove saranno posizionate le prime due colonnine di ricarica.

In seguito, nella Sala Verticale al Pavillon della Funivia Skyway di Courmayeur, inizierà il convegno, promosso da Cva con la collaborazione di Fondazione Courmayeur Mont Blanc.

  • Antonio Massacesi, FIAT Chrysler Automobiles Fuel Economy Fleet Compliance Responsible, parlerà delle nuove frontiere del settore Automotive;
  • Maurizio Delfanti, amministratore Delegato RSE S.p.A (Ricerca Sistema Energetico) tratterà della sperimentazione nei campi di mobilità elettrica e transizione energetica;
  • Davide Canevari, direttore della rivista Nuova Energia, illustrerà i risultati della seconda inchiesta nazionale condotta dalla rivista sul tema della mobilità sostenibile.

Dopo le relazioni è prevista una Tavola rotonda cui interverranno anche Gianpaolo Canestri, responsabile Open innovation C.V.A. e Paolo Martini, amministratore delegato Be Charge.

Le conclusioni saranno a cura di Marco Cantamessa, Presidente Cva e professore ordinario di ingegneria industriale e dell’informazione al Politecnico di Torino, che commenta: «Questo progetto mette in risalto ancora una volta la volontà dell’azienda di sostenere investimenti che mirano a un futuro eco-sostenibile del territorio da cui proviene, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza di tutti i servizi energetici, tutelare l’ambiente e contribuire allo sviluppo della Regione autonoma Valle d’Aosta anche in termini di turismo innovativo».

La scelta di Skyway come luogo per l’installazione delle prime colonnine di ricarica del Gruppo CVA fa parte di una collaborazione tra le due realtà che ha già dato vita al progetto #savetheglacier, anch’esso finalizzato alla sensibilizzazione verso la salvaguardia del nostro pianeta.

Potrebbe interessarti:

BeCharge e Cva per la mobilità sostenibile

BeCharge e Cva per la mobilità sostenibile

Be Charge, operatore integrato per la mobilità elettrica, e il Gruppo CVA creano una partnership per favorire lo sviluppo della mobilità elettrica in Valle d’Aosta.
Leggi tutto

65 milioni in arrivo da Cva per le casse regionali

65 milioni in arrivo da Cva per le casse regionali

Il Consiglio d'Amministrazione di Finaosta, giovedì 10 maggio, si è riunito per dare corso alle previsioni della legge finanziaria 2018/20 della Regione autonoma Valle d'Aosta.
Leggi tutto

Commissioni al lavoro sulla viabilità sostenibile e su Cva

Commissioni al lavoro sulla viabilità sostenibile e su Cva

Foto Ufficio stampa Consiglio Valle - Nella mattinata di giovedì 15 novembre, la terza e la quarta Commissione del COniglio Valle, si sono riunite congiuntamente per effettuare alcune audizioni sul disegno di legge recante disposizioni per lo sviluppo della mobilità sostenibile sul territorio.
Leggi tutto

© 2019 All rights reserved.