fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

L’istituzione scolastica di Verrès intitolata a Ottavio Jacquemet

Mercoledì 30 ottobre 2019, si è svolta la cerimonia di intitolazione dell’Istituzione scolastica di Verrès a Ottavio Jacquemet, direttore didattico.

Alla cerimonia sono intervenuti la dirigente scolastica Antonella Dallou, il vicepresidente dell’Unité des Communes valdôtaines e sindaco di Verrès Alessandro Giovenzi, la sovrintendente agli Studi Marina Fey e l’sssessore Chantal Certan.

La dirigente scolastica Dallou, dopo aver presentato il percorso che ha portato all’intitolazione dell’Istituzione scolastica a Ottavio Jacquemet, ha ringraziato la famiglia che «oltre ad essere presente oggi, ha accompagnato e sostenuto i bambini nel percorso di ricostruzione della biografia del maestro Jacquemet, aiutandoci a ricordare e a fare memoria permettendoci di conoscere il territorio».

Il sindaco di Verrès Giovenzi ha ricordato che «oggi più che mai abbiamo bisogno di persone che, come  ha fatto Ottavio Jacquemet, sappiano dedicarsi al prossimo e alla comunità. Una comunità ha bisogno di attenzione e cura per i propri bambini e ragazzi. E la cura che riconosco in questa Istituzione scolastica rappresenta il miglior auspicio per le future generazioni».

«Ottavio Jacquemet dev’essere un punto di riferimento, un esempio di umiltà e di cultura, che noi vogliamo dare ai nostri bambini, perché possano crescere e diventare protagonisti attivi nella società e nel mondo di domani. Una società dove questi valori devono essere fortemente promossi, soprattutto dalla scuola, agenzia formativa per eccellenza» – ha evidenziato la Sovraintendente agli studi Fey.

«Oltre al valore innegabile del ricordo – ha sottolineato l’assessore Certan – e alla volontà di una comunità di mantenere vivo il nome di una figura che ha svolto la sua attività di Direttore didattico con competenza e dedizione, destinando particolare attenzione agli alunni e supportando i docenti con professionalità, oggi tutta la comunità vuole essere riconoscente nei confronti di chi, come Ottavio Jacquemet, ha saputo lavorare con devozione nella scuola, trasmettendo valori fondamentali, quali il lavoro, la capacità di ascoltare e agire con professionalità, pazienza e passione». 

La cerimonia è stata arricchita dalle testimonianze di ex alunni, insegnanti, personale scolastico e familiari.

La biografia di Ottavio Jacquemet

Nato a Quincinetto il 30 agosto 1936, Jacquemet frequenta le scuole elementari a Bard. Entra in seminario dai fratelli maristi a Mondovì, poi a Viterbo e a Giuliano (Napoli) ma, dopo aver prestato il Servizio militare ad Aosta al 4° reggimento Alpini presso la caserma Testa Fochi in qualità di impiegato, decide di abbandonare la vita religiosa per tornare a quella civile.

Consegue il diploma magistrale a Imperia presso l’Istituto magistrale Amoretti l’8 ottobre 1956. Nei primi anni della sua carriera professionale, fa l’impiegato all’ALCAN di Borgofranco d’Ivrea. Riprende in questo periodo gli studi presso l’Università degli Studi di Torino e si laurea in Pedagogia il 10 aprile 1978, con una tesi in filosofia dal titolo Motivi ecumenici nella filosofia Leibniziana.

Nel 1968, inizia la sua carriera scolastica presso la scuola elementare di Ivrea; si trasferisce nell’anno scolastico successivo a Settimo Vittone, dove continua a insegnare fino al 1980. Nello stesso anno, vince il concorso da direttore didattico e prende servizio nel Circolo didattico delle scuole elementari di Saint-Vincent.

Nel 1982, si trasferisce nel Circolo didattico delle scuole elementari di Verrès, ma conserva ancora per un anno anche la reggenza del Circolo didattico di Saint-Vincent. Direttore didattico del Circolo di Verrès fino al 1992, muore a Bard il 9 dicembre 1992.

© 2019 All rights reserved.