fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Riva si dimette dalla Giunta di St-Vincent e da Uvp

Non è stata una sorpresa, mercoledì 30 ottobre 2019, la notizia delle dimissioni di Lucia Riva da assessore della Giunta comunale di Saint-Vincent e da Union valdôtaine progressiste.

Tensioni che erano latenti da tempo hanno infatti trovato un ostacolo insormontabile nelle decisioni sul futuro del comprensorio sciistico del Col de Joux.

Le ragioni delle dimissioni

Riva aveva votato contro la delibera di approvazione della convenzione per la concessione dell’area in vista della creazione di un Fiabosco; aveva votato a favore della variazione di Bilancio che ha finanziato i 140mila euro che il Consiglio comunale aveva deciso di destinare a tale attività (voto determinante); si era astenuta sulla delibera che revocava l’ipotesi di convenzione; si è nuovamente astenuta, il 24 ottobre 2019, quando la Giunta ha approvato le Linee di indirizzo per l’affidamento in gestione di immobili al Col de Joux.

Manca ancora la delibera per l’avvio della procedura di selezione di una struttura interessata alla creazione e gestione di un parco a tema accompagnato, poiché si attende un parere legale.

L’assessore dimissionario spiega la propria scelta in questi termini: «Sono costretta a lasciare il mio incarico di Assessore della Giunta Borgio e ad iscrivermi, come semplice consigliera, al Gruppo Misto, riservandomi di votare sui singoli provvedimenti secondo coscienza.

Si chiude così una pagina importante della mia attività amministrativa e ringrazio tutti coloro che – dipendenti comunali, associazioni, cittadini – mi hanno aiutata nel mio lavoro in cui mi sono impegnata con tutte le energie.

Non nascondo come il clima nel lavoro di Giunta risultasse da molto tempo assai difficile per atteggiamenti autoritari, atti amministrativi non sempre condivisibili e un clima avvelenato verso chiunque facesse proposte diverse da quelle del Sindaco Borgio.

A nulla è servito un approccio costruttivo e gli infiniti tentativi di mediazione, avendo sempre come scopo unico ed esclusivo l’interesse pubblico, consapevole che un amministratore pubblico quale sono debba rispondere esclusivamente alla Legge e alle proprie cittadine e ai propri cittadini.

Ritengo che la maggioranza uscente abbia perso l’occasione di pacificare il clima di tensione che spesso si è registrato in paese, come dimostrato, da ultimo, dalle scelte sbagliate sul Cold e Joux, che continuano ad essere assunte senza alcun confronto reale con la cittadinanza, gli enti e le associazioni, ma seguendo umori che nulla hanno a che fare con l’idea di amministrare in modo partecipato e consapevole, cercando le soluzioni più utili nell’esclusivo interesse della comunità di Saint-Vincent.

Ho anche dato le mie dimissioni da Uvp, movimento che ho seguito sin dagli esordi, ritenendolo assente su scelte importanti per Saint-Vincent e anche contraddittorio nelle alleanze proposte a livello regionale, non condividendo più il percorso intrapreso in questi ultimi tempi.

Resto al servizio delle mie cittadine e dei miei cittadini, partecipando ai lavori del Consiglio comunale, cercando di svolgere con coerenza il mandato ricevuto dagli elettori».

Con questa defezione, la maggioranza Borgio è potenzialmente diventata minoranza. Sostengono infatti il sindaco: il vicesindaco Mario Trèves, gli assessori Serena Vitale, Marco Maresca e Paolo Rollandin, il presidente del Consiglio Paolo Ciambi e i consiglieri Carmen Jacquemet e Antonella Lucchese. Totale otto. Sicuramente in minoranza sono i consiglieri di Stella alpina-Union valdôtaine: Massimo Martini, Ruggero Meneghetti e Giacinta Merlin. Totale tre. Teoricamente in minoranza sono i consiglieri del gruppo misto: Maurizio Castiglioni, Francesco Favre, Marco Fortis, Stefano Lovato e Valerio Negro. Totale cinque. Cinque più tre farebbe otto, più uno nove. Nove a otto. Teoricamente.

I commenti politici

Il sindaco Mario Borgio ci ha detto: «La decisione non mi ha colto di sorpresa. La Giunta procede con serenità il proprio lavoro. Affronteremo le situazioni a mano a mano che si presenteranno».

Per quanto riguarda Uvp, il presidente Giuliano Morelli si è così espresso: «Sono stato informato della decisione di Lucia Riva di uscire da Union valdôtaine progressiste ma non vi è ancora stata la possibilità di confrontarsi con lei per capirne le ragioni. Non posso dunque commentare».

Potrebbe interessarti:

Col de Joux: se ne parla in un incontro pubblico

Col de Joux: se ne parla in un incontro pubblico

Foto lovevda.it - Alle ore 20.30 di lunedì 13 maggio, nella sala congressi municipale di Saint-Vincent, si svolge un cinotnro fra la Giunta del Comune di Saint-Vincent e la popolazione sul tema della chiusura della stazione sciistica del Col de Joux.
Leggi tutto

Saint-Vincent ripensa il Col de Joux

Saint-Vincent ripensa il Col de Joux

Foto di Gianfranco Zanata - Il Consiglio comunale di Saint-Vincent si è riunito nella serata di martedì 16 luglio.
Leggi tutto

© 2019 All rights reserved.