fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

AduVdA e Cognetta: una proposta di legge contro l’omofobia

Contrastare le discriminazioni e le violenze legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere: è il tema della proposta di legge depositata dai consiglieri regionale Daria Pulz (AduVdA) e Roberto Cognetta (Mouv’). L’iniziativa legislativa vuole garantire, nelle varie situazioni della vita civile e sociale – dallo sport alla scuola, dalla sanità al lavoro -, che siano rispettati i diritti di tutte e di tutti e declina in 14 articoli gli strumenti per il contrasto alle discriminazioni, alle disparità e alle violenze. 

Per omofobia si intendono comportamenti di intolleranza e di violenza nei confronti di persone omosessuali, bisessuali e transessuali. I comportamenti omofobici possono variare da episodi di hate speech, di bullismo scolastico, bullismo sportivo, fino a vere e proprie aggressioni fisiche violente e, nei casi peggiori, a omicidi.

Nel 2006, il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione sull’omofobia, continuando poi a ribadire il suo impegno nel tempo. In Italia, la situazione è peggiorata dall’evidente carenza normativa, anche se varie regioni italiane si sono dotate di una normativa regionale (l’ultima è stata l’Emilia Romagna): i consiglieri Pulz e Cognetta auspicano che anche la Regione Autonoma Valle d’Aosta possa dare un segnale in questo senso, decidendo di approvare la legge proposta.

«Crediamo fermamente – dichiara Daria Pulz – che il rispetto dei diritti civili sia fondamentale per garantire il benessere di tutte le cittadine e di tutti i cittadini: sentirsi sicuri, protetti e accolti nell’essere se stessi è fondamentale per la salute fisica e mentale. Non dobbiamo attendere di registrare casi di violenza anche in Valle d’Aosta per sentire l’esigenza di approvare una legge, crediamo infatti che la politica abbia anche il compito di dare il proprio contributo a un cambio culturale profondo e al superamento dei pregiudizi radicati.»

«La proposta di legge – aggiunge Roberto Cognetta – è stata inviata a tutti gli altri consiglieri, sperando che possa ricevere il sostegno di tutte e tutti per la sua approvazione, al termine del dibattito e dell’iter in quinta Commissione consiliare. Apprezziamo il parere favorevole unanime espresso dal Consiglio permanente degli Enti locali, che dimostra grande sensibilità e un notevole livello di attenzione da parte dei sindaci.»

Allegati

© 2019 All rights reserved.