fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

La cultura dell’artigianato ritorna nella scuola

L’idea di dare vita ad un nuovo percorso formativo legato all’artigianato in Valle d’Aosta è nata in seno ad un incontro tenutosi, a Udine, nell’estate scorsa, nell’ambito della Carta Internazionale dell’Artigianato, di cui l’Institut Valdôtain de l’Artisanat de Tradition – IVAT è firmatario sin dal 2010. Si tratta di una rete che unisce le più importanti realtà nazionali e internazionali che si occupano di tutela e promozione del settore artigianato d’eccellenza e tradizione.

Il gruppo di lavoro nazionale, nell’ottica di avviare una riflessione sul tema e di promuovere la crescita del settore, investendo sulla diffusione e formazione nelle future generazioni, ha avanzato una proposta di sperimentazione a livello nazionale delle scuole secondarie di primo grado ad indirizzo artigianale.

La Regione autonoma Valle d’Aosta ha dato la propria disponibilità ad avviare un percorso sperimentale, coinvolgente e inclusivo, che ha portato oggi a proporre un progetto operativo sul territorio.

In relazione a tale opportunità, a seguito di incontri tra l’assessore alle Finanze, Attività produttive e Artigianato, Renzo Testolin, l’Assessora all’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili, Chantal Certan, la sovraintendente agli studi Marina Fey e il direttore dell’IVAT Nurye Donatoni, è stato predisposto in un’ottica orientante, un progetto legato all’artigianato in Valle d’Aosta.

Due Istituzioni scolastiche, la Valdigne Mont-Blanc e la Grand-Combin, hanno, infatti, aderito all’iniziativa che partirà nel secondo quadrimestre e costituirà di fatto la prima sperimentazione nazionale.

L’Istituzione scolastica Valdigne-Mont-Blanc si dedicherà alla valorizzazione e divulgazione del restauro ligneo (con 82 alunni), mentre la Grand-Combin (con 72 alunni) si concentrerà sul carnevale della Coumba Freide, evento culturale rilevante, analizzando le manualità artigianali della produzione sartoriale dei vestiti e quella lignea delle maschere tradizionali.

Le attività specifiche riguardanti l’artigianato andranno a integrare l’attività curriculare, a partire da gennaio 2020, con incontri con professionisti, uscite sul territorio e laboratori manuali.

© 2019 All rights reserved.