fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale a Pont-Saint-Martin il 29 novembre 2019

Il Consiglio Comunale di Pont Saint-Martin si è riunito venerdì 29 novembre 2019 e si è aperto approvando i verbali della seduta precedente. Si è quindi proceduto approvando una variazione di Bilancio di circa 14 mila euro. È inoltre stata data comunicazione al Consiglio di variazioni al medesimo documento finanziario apportate dalla Giunta.

Regolamenti

Approvato all’unanimità il Regolamento per la disciplina dell’attività degli agenti contabili.

Il Regolamento relativo all’imposta di soggiorno è stato approvato anch’esso all’unanimità e poi si è passati alle modifiche al Regolamento edilizio. In pratica, è stata resa possibile la realizzazione di muri di cinta tra proprietà private, con un’altezza fino a 2 metri, anche in zona agricola.

Approvato il il Regolamento sugli incentivi per funzioni tecniche, come previsto dall’articolo 113 del Codice dei lavori pubblici. Si tratta di incentivi erogati ai dipendenti comunali che svolgono la funzione di responsabile unico del procedimento nelle gare.

Percorso pedonale verso Perloz

Il sindaco Marco Sucquet ha spiegato che si intende investire in un percorso pedonale tra Pont-Saint-Martin e Perloz, , valorizzando il territorio nel dal punto di vista agricolo e turistico. Il progetto sarà presentato al bando Gal, che può erogare finanziamenti fino a 150 mila euro.

Ufficio Turismo

Dando seguito a quanto deciso nel corso della seduta consiliare precedente, il sindaco ha proposto l’approvazione di una mozione da inviarsi alla Regione autonoma Valle d’Aosta allo scopo di conservare l’operatività dell’Office du Tourisme. Approvata all’unanimità, sarà inviata anche agli altri Comuni dell’Unité des Communes valdôtaines Mont-Rose.

Interpellanze dell’opposizione

Il gruppo J’aime Pont-Saint-Martin ha interpellato la maggioranza su tre punti.

In primis ha chiesto informazioni rispetto alla sicurezza dei giochi per bimbi installati nei giardini pubblici, a seguito di alcuni incidenti successi di recente. È stato chiarito che l’installazione è a norma e che vi sono cartelli molto chiari per segnalare i giochi che sono per i bambini piccoli di quelli che dedicati a fascia di età dai 5 o 6 anni in poi.

L’idea di limitare il movimento o l’oscillazione dei giochi non è realizzabile per ragioni tecniche: i giochi sono omologati così e modificarli li porrebbe fuori norma. Il rischio non è segnalato dall’azienda che ha fatto l’impianto e il Comune non è responsabile per l’uso sbagliato del parco giochi, sia per la fascia di età non controllata da parenti o genitori, sia per altri usi non indicati nei cartelli di modo molto chiaro.

Il sindaco ha suggerito all’opposizione, qualora venga a conoscenza di fatti gravi o urgenti, di segnalarli immediatamente e di non attendere la discussioni in Consiglio.

Con l’interpellanza sulle luci del centro, che sembrano ridotte, i consiglieri hanno chiesto al sindaco se siano fatte la pulizia e manutenzione delle lampade e degli impianti. Il sindaco ha informa che riflettori, specchi, luci e impianti sono stati puliti e controllati il 3 settembre e che è previsto un’altro controllo e pulizia il 3 dicembre.

L’interpellanza sulla sicurezza lungo la strada della Valle di Lys riprendeva iniziative precedenti, puntualmente riepilogate.

Il sindaco ha risposto che la Regione autonoma Valle d’Aosta ritiene non prioritario l’intervento e lo ha calendarizzato per il 2020: saranno rifatti circa 10 metri quadrati di asfalto circa. Ha convenuto con gli interpellanti che tre anni per effettuare questo intervento sono veramente troppi.

Potrebbe interessarti:

© 2019 All rights reserved.