fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Due giorni di festa per la riapertura della Cittadella dei Giovani

La Cittadella dei Giovani ha ufficialmente riaperto l’attività il 5 novembre 2019. Per riaprire, ci vuole però una festa, ed è stata organizzata per sabato 7 e domenica 8 dicembre 2019.

Tanta musica, ma anche arte visiva, mostre, teatro, installazioni artistiche, e spazi dedicati alle associazioni. Teatro dell’evento, tutti gli spazi della Cittadella, per un evento che si vuole “includente” nelle arti, nelle persone e nelle strutture.

L’apertura è prevista alle 15 di sabato 7 dicembre con l’esibizione di break dance di B-Boy Tarti e Streetlab nel cortile. Si alterneranno, poi, diversi contributi: dal laboratorio rap con Andrea “Sago” Di Renzo allo Spazio Youthbank, dal laboratorio di SuonoGestoMusicaDanza al concerto della SFOM Bluegrass band, fino al laboratorio di movimento “Il corpo a colori” con Beatrice Udali, alla pièce teatrale “La leggenda del Pison” ad opera dei Monelli dell’Arte ed alla jam session musicale che condurrà ospiti e protagonisti all’aperitivo. Dalle 20, la performance visiva di Filippo Maria Pontiggia, quattro corti d’arte proposti da Artetango, Groupe Approches, Palinodie e Replicante Teatro & Erets Quartet, e poi, guidati dalla marching band Dirty Needles, si arriverà ai concerti conclusivi di Sago e i suoi principi e Crohm, seguiti da un DJ Set.

La giornata di domenica 8 dicembre sarà aperta, alle 11, dal concerto aperitivo “Sogni Notturni” con Bruno Gambarotta e Giomo Costa al pianoforte e con il teatro per bambini ad opera del Groupe Approches alle 15. Anche durante la giornata di domenica ci sarà il laboratorio ad opera di SGMD, che permetterà a tutti di sperimentare la stretta interazione tra musica e danza. A chiudere la festa sarà il concertone finale dalle 17 alle 19, in cui i protagonisti saranno Federico Borluzzi, Lidia Cadei, Emanuele Centoz + Nox, Ecole du Rock, Errant Odds, Fahrenheit, Flying Cows, Mamina Swan, My name is Helen, Nocturnal Restlessness e Rico & The Cougars. 

Durante i due giorni ci sanno anche esposizioni e installazioni a cura di Cécile Barailler, Ludovico Cretier, René Ducly, Gabriele Ferriani, Marie Nicole Gianfrate e SAVT, e banchetti informativi con la partecipazione di End Edizioni, Dora – Donne in VdA, La Petite Ferme du Bohneur, Piccoli sarti crescono, Refugees Welcome, Vintage Aosta.

Il programma è in costante aggiornamento sul sito della Cittadella dei Giovani.

Potrebbe interessarti:

Aggiudicata la gestione della Cittadella

Aggiudicata la gestione della Cittadella

La Centrale Unica di Committenza regionale ha provveduto a comunicare l’esito della gara per la gestione della Cittadella dei Giovani.
Leggi tutto

© 2019 All rights reserved.