fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Il Campionato internazionale delle Guide alpine sarà a Valtournenche

È stato presentato a Bariloche, in Argentina, il 47esimo Campionato internazionale di sci delle Guide Alpine, che si disputerà a Breuil-Cervinia/Valtournenche dal 23 al 26 aprile 2020.

Nel corso dell’Assemblea generale annuale dell’Unione Internazionale delle Associazioni delle Guide di Montagna – alla quale hanno partecipato il presidente dell’Unione Valdostana Guide di Alta Montagna e del Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane Pietro Giglio e il vice Presidente dell’Uvgam Mario Ogliengo – è stato proiettato uno spot promozionale della Valle d’Aosta e di Valtournenche, accolto con interesse dai rappresentanti dei 25 Paesi aderenti all’associazione internazionale.

Lo spot, che si apre con un logo disegnato ad hoc da Gabriele Maquignaz, è disponibile anche sulla pagina Facebook dell’Uvgam, organizzatrice dell’evento in collaborazione con la Regione autonoma Valle d’Aosta, il Comune di Valtournenche e la storica Società Guide del Cervino. Il campionato internazionale di sci delle guide alpine prevede una gara di slalom e una di scialpinismo e alcuni momenti di socializzazione e di discussione, ancora in via di definizione. La manifestazione sarà occasione di promozione turistica della Regione Valle d’Aosta e di Valtournenche in particolare, in tutti i suoi aspetti, sportivi, culturali ed enogastronomici, presso professionisti della montagna provenienti da tutto il mondo, che operano singolarmente o in collaborazione con agenzie turistiche.

L’assemblea di Bariloche, oltre alla discussione in workshop tecnici, prevedeva l’elezione del nuovo presidente dell’UIAGM. Con larga maggioranza il candidato britannico, Peter Cliff, 77 anni, ha prevalso sullo svizzero Diego Wellig, più giovane e ancora in attività. Entrambi avevano nel loro programma elettorale proposte per la soluzione di importanti problemi quali la mobilità delle guide sulle Alpi e sulle montagne europee ed extraeuropee, la definizione dello standard di formazione e le finalità del comitato direttivo. E’ prevalsa l’impostazione di maggior apertura verso i paesi extra alpini da parte del britannico in contrapposizione a quella più tradizionale del candidato svizzero, incentrata sulle esigenze dei principali paesi alpini.

Tra le proposte di Peter Cliff ha riscosso un vasto consenso quella di facilitare il riconoscimento internazionale del titolo di Guida Alpina e di International Mountain Leader (in Italia dovrebbe corrispondere alla figura di accompagnatore di media montagna). Riguardo alla mobilità Peter Cliff ha proposto di estendere il sistema dell’EPC (European Professional Card), attualmente richiesta dai vari paesi dell’UE, alle guide della Confederazione elvetica per la quale la procedura attuale è più complessa e costosa. L’assemblea internazionale si è conclusa con l’appuntamento in primavera a Valtournenche e nel prossimo autunno in Slovacchia, sui Carpazi.

© 2019 All rights reserved.