fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale a Courmayeur il 20 dicembre 2019

Il Consiglio comunale di Courmayeur si è riunito venerdì 20  dicembre 2019.

A seguito dell’approvazione dei verbali della seduta precedente, i lavori sono proceduti con l’analisi della deliberazione sulla Revisione ordinaria delle partecipazioni pubbliche detenute al 31 dicembre 2018. Sono società con partecipazione diretta del Comune di Courmayeur: Courmayeur Mont-Blanc Funivie SpA (0,31%), Celva soc. coop. (1,19%), Centro Servizi Courmayeur srl (100%), IN.VA. spa (0,0098), Mont Blanc Energie srl (51%) posta in liquidazione. 

La partecipazione in BCC Valdostana (0,12%) è ancora presente in elenco poiché la dismissione delle quote al 31 dicembre 2018 era ancora in definizione: il Consiglio di Amministrazione della banca ha deliberato in data 16 ottobre 2017 l’esclusione del Socio Comune ma il rimborso della quota dovuta può essere liquidato solo entro 180 giorni dall’approvazione del bilancio 2018, che è stato approvato il 24 maggio 2019, mentre il 5 dicembre 2019 è stato trasmesso l’assegno circolare del valore di euro 7.740,00 quale liquidazione della quota socio. Per quanto riguarda invece la Mont Blanc Energie srl, è in corso la ricerca di un accordo che permetta lo sfruttamento della concessione. La questione sarà presentata all’attenzione del Consiglio comunale nelle prossime sedute. La partecipazione indiretta nel Comune è presente solo in Ascomfidi Nordovest soc. coop. (per il tramite di CSC srl) (0,0016%). La deliberazione è passata con il voto favorevole della maggioranza, del consigliere Alberto Vaglio, e l’astensione dei consiglieri Roberta D’Amico, André Savoye e Daniela Scalvino (La Nuova Via). 

La seduta del Consiglio si è poi concentrata sull’approvazione della delibera relativa allo studio di fattibilità tecnico economica per il rifacimento della copertura del fabbricato che ospita il Liceo Linguistico. Si tratta della seconda fase di intervento, dopo i primi lavori di messa in sicurezza temporanea della copertura già effettuati nel corso dell’estate. L’intervento, per un costo complessivo di € 301.600.00 (IVA compresa) di cui 200mila per lavori (IVA esclusa), consiste in una manutenzione straordinaria della copertura per realizzare i consolidamenti necessari delle travature in legno e il nuovo pacchetto di copertura. La delibera è stata approvata dalla maggioranza, dal consigliere Alberto Vaglio, con l’astensione dei consiglieri Roberta D’Amico, André Savoye e Daniela Scalvino (La Nuova Via). 

I lavori sono proseguiti con l’approvazione dello studio di fattibilità per la realizzazione dell’acquedotto comunale tra località Chiecco e La Golette. Lo studio di fattibilità tecnico economica dell’opera ha messo in campo due possibili alternative progettuali. Di queste, la soluzione A (per un costo complessivo di euro 294.659,41) è risultata idraulicamente la più vantaggiosa. La progettazione prevede la messa in esercizio (a partire dall’innesto posto a valle della località Plan Chécrouit in corrispondenza della pista di rientro) della conduttura esistente per alimentare una vasca con funzioni sia di accumulo riserva idrica sia di rottura della pressione, da realizzare poco a monte della località La Golette. Inoltre, la progettazione prevede di inserire lungo il percorso della conduttura esistente almeno due pozzetti dotati di riduttore di pressione, per ovviare all’elevato dislivello presente tra la vasca esistente del Chiecco e quella nuova da realizzare a monte della Golette. 
La delibera è passata con il voto della maggioranza, contrari invece i consiglieri Vaglio, D’Amico e i due consiglieri de La Nuova Via, Savoye e Scalvino. 
Nel corso del dibattito l’assessore ai Lavori pubblici, Marco Vagliasindi, ha proposto un emendamento per valutare la suddivisione dell’intervento in due lotti, di cui uno funzionale alla manutenzione dell’acquedotto esistente in località Plan Checruit e l’altro all’allacciamento della frazione della Golette.  L’emendamento è passato con il voto favorevole della maggioranza, del consigliere Vaglio e l’astensione dei consiglieri D’Amico e dei due consiglieri de La Nuova Via, Savoye e Scalvino. 

Al centro del dibattito consiliare anche l’approvazione del Regolamento comunale sulle sale giochi e spazi per il gioco per il Contrasto alla ludopatia.
Dal monitoraggio realizzato dalla Polizia Locale di Courmayeur, al 21 novembre 2019, si evince l’assenza su tutto il territorio comunale di apparecchiature per giochi di intrattenimento e di abilità (slot machines). Il Comune di Courmayeur ha fatto proprio il regolamento predisposto dal Celva, che aveva provveduto a disciplinare le modalità di apertura e gestione di sale giochi e le modalità di installazione ed uso degli apparecchi per giochi da intrattenimento e di abilità. La deliberazione di Consiglio comunale rafforza le misure che consentono di arginare le problematiche derivanti dal Gioco di Azzardo Patologico con il raddoppio della distanza minima dai luoghi ritenuti sensibili, definita nella deliberazione in mille metri.
Il consigliere Alberto Vaglio, intervenuto sul tema, ha proposto all’Amministrazione comunale di attivare una collaborazione con l’Assessorato regionale alla Sanità impegnato in una campagna di informazione relativa al contrasto alle dipendenze. La suggestione è stata accolta e sarà oggetto di una prossima azione da parte dell’Amministrazione comunale. La delibera è stata approvata all’unanimità. 

È stata approvata la convenzione in tema di Reddito di cittadinanza da siglare con il Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. Spetta, infatti, ai Comuni effettuare la verifica anagrafica dei requisiti di residenza e soggiorno dei beneficiari e comunicarne l’esito all’INPS tramite la piattaforma denominata Gepi. 
La delibera è passata con l’astensione dei due consiglieri de La Nuova Via, André Savoye e Daniela Scalvino. 

I lavori si sono conclusi con le comunicazioni del sindaco Stefano Miserocchi, relative al termine della fase emergenziale del Ghiacciaio Planpincieux, oltre che alla nuova nomina del CDA del CSC, per la quale i consiglieri Alberto Vaglio e André Savoye hanno espresso soddisfazione.
Il Consigliere Alberto Vaglio ha poi annunciato l’invio di una richiesta per incontrare personalmente il nuovo CdA di CSC.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.