fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale a Pont-St-Martin il 30 dicembre 2019

Il Consiglio Comunale di Pont-Saint-Martin si è riunito lunedì 30 dicembre 2019, con mezz’ora di ritardo rispetto alla convocazione delle ore 21, per consentire al sindaco Marco Sucquet di adempiere a un impegno legato al decesso della madre.

Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente e di una variazione al Bilancio effettuata dalla Giunta per mezzo di un prelievo dal fondo di riserva, si è passati ad analizzare le delibere funzionali all’approvazione del Bilancio.

Si è partiti dalla determinazione delle indennità agli amministratori e del gettone di presenza dei consiglieri comunali. È stato proposto di mantenere quelle precedenti, ma il consigliere Mauro Roveyaz ha proposto di ridurre il gettone a 62,50 euro. La proposta è stata approvata a maggioranza.

All’interno del Piano di alienazioni e valorizzazioni immobiliari erano stati inseriti due immobili: un terreno sito in via Lime, già nell’asta nel 2019 ma ora con un valore ridotto del 15%, e un alloggio in asta al prezzo minimo permesso dalla legge e non ulteriormente riducibile. Il vicesindaco ha specificato che, in caso di asta deserta per l’alloggio, il prossimo passo consisterà nel ricevere e valutare le offerte libere degli interessati.

Approvando il programma triennale dei lavori pubblici, è stato annunciato che i circa di 100 mila euro in avanzo di amministrazione saranno destinati a finanziarli

È stata effettuata la verifica degli equilibri funzionali del Piano regolatore.

Si è dunque passati all’approvazione del Bilancio e del Dup 2020/22. Le tariffe resteranno sostanzialmente invariate ma la Tari subirà un leggero aumento perché sono cambiati alcune costi di smaltimento. Fra le spese di investimento, sono inseriti il marciapiedi in via Carema, manutenzioni e investimenti alla scuola e la pista ciclabile. Quest’ultima è una spesa importante, a causa delle infrastrutture antisismiche, e il costo previsto a carico del Comune è di circa 650 mila euro, sui 940 mila euro del costo totale dell’opera. Tra gli investimenti auspicati vi sarebbe anche la riqualificazione dell’antico castello dei signori di Pont-Saint-Martin.

Il Bilancio pareggia su 7,3 milioni milioni di euro.

Effettuando la ricognizione delle società partecipate dal Comune, si è deciso di conservare quelle detenute: 1,19% nel Celva e 0,0098% in Inva.

Approvata la modifica al Regolamento per l’istituzione del Registro delle disposizioni anticipate di trattamento.

Approvata l’adesione alla piattaforma Gepi per la gestione del Reddito di cittadinanza per mezzo di una convenzione con il Ministero del lavoro.

È stata integrata la convenzione con i Comuni di Donnas e Hône per la realizzazione della pista ciclabile. Si è suggerito di coinvolgere anche il Comune di Bard ed è stato specificato che i lavori devono essere conclusi entro il 2023, per non perdere i finanziamenti esterni.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.