fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale a Saint-Christophe il 30 dicembre 2019

Il Consiglio comunale di Saint-Christophe si è riunito lunedì 30 dicembre 2019 e, dopo aver approvato i verbali della precedente, vi sono state le comunicazioni del sindaco. 

Paolo Cheney ha segnalato che l’Ufficio tecnico sta terminando le ultime gare d’appalto del Bilancio 2019, tra le quali: irrigazione aree verdi località Cognon e parcheggio Champapon; sono stati assegnati i lavori del cimitero che interessano la realizzazione di 252 cellette ossari. A febbraio, inizieranno i lavori di realizzazione dei cinque parcheggi a servizio dei centri storici di Senin, Fontanalle, Nicolin e Veynes,

È stato realizzato uno studio di fattibilità per la riqualificazione delle aree comunali in zona aeroporto: si prevedono tre capannoni da 800 mq ognuno, separati dalla SS26 da un’ampia area verde. 

Lunedì 30 dicembre, è stato effettuato un sopralluogo con l’Assessorato del trasporti della Regione autonoma Valle d’Aosta e la Svap, in relazione alle linee 21 e 22, che collegano Quart e Saint-Christophe con 10 corse quotidiane. Non erano previste fermate a Bret e Meysattaz,  ne è stata chiesta l’istituzione. 

Sono stati dati alcuni aggiornamenti sulle trattative con Anas per le migliorie al tratti di Strada statale 26: la nuova ipotesi richiesta  è di ridurre l’impatto del progetto, riducendo  la velocità a 50 km/h con realizzazione di semafori per attraversare al posto delle impattanti passerelle e di realizzare due piste ciclopedonali, una per ogni lato della carreggiata.

Il consigliere Luciano Fonte ha comunicato che il forno di Sorreley è stato acceso per nove giorni, per realizzare 440 pani: per le scuole, per i villaggi e in occasione della Castagnata.

È stata poi data risposta all’interrogazione presentata dal gruppo Vivre ensemble Saint-Christophe sulla sostituzione delle recinzioni in legno della struttura denominata Prou Barbeleun. Il consigliere Alessandro Bétemps ha segnalato che le recinzioni in questione si sarebbero potute utilizzare come ricambi per quelle ancora installate altrove e danneggiate. Il sindaco ha risposto che, essendo stato effettuato un appalto, il Comune non avrebbe potuto recuperarle e assumersi la responsabilità di riposizionarle in quanto inaffidabili sotto l’aspetto della sicurezza 

È stata data comunicazione di variazioni al Bilancio 2019/21 adottate dalla Giunta.

Sono state approvate le aliquote e tariffe a valere per l’anno 2020 di: imposta di soggiorno (invariata), servizio idrico integrato (inalterato), diritti inerenti l’attività del servizio tecnico (confermati quelli del 2019), indennità per gli amministratori e i gettoni di presenza per i consiglieri (invariati). Su quest’ultimo punto, la minoranza ha espresso voto contrario. Nuove tariffe, invece, per i parcheggi coperti comunali appena realizzati (prima non c’erano) e per la discarica inerti (lieve incremento).

Sono state verificate la quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie e sarà contestualmente posto in approvazione il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari. Vi è l’intenzione di alienare a corpo una cascina rustica nel centro della località Senin, che era stata comprata a 105 milioni di lire nel 1999 e che si intende vendere con una base d’asta al rialzo di 110.516,61 euro (410 €/mq), con atti e spese in capo all’acquirente. Il consigliere Marco Gheller ha chiesto se sia totalmente esclusa l’eventualità di utilizzarla con finalità pubbliche. Il sindaco ha risposto che non vi sono le risorse finanziarie necessarie per il recupero dell’immobile ad uso pubblico, il quale peraltro si trova  in fase di progressivo deterioramento. Gheller ha replicato che sarebbe opportuno verificare se non si tratti di un’attività finanziabile  tramite la partecipazione a un bando Gal. Il sindaco ha risposto che si tratta  per ora semplicemente di un atto preliminare, revocabile in qualsiasi momento per mutati o  condizioni che il Consiglio comunale ritenga di approvare, per quanto mi riguarda,  ritengo che questi tipi di interventi che prevedono in seguito l’impegno della gestione devono prevedere per lo meno una collaborazione di finanza di progetto con il settore privato, che sappia produrre efficienza e professionalità. Per quanto interessa interventi attraverso il Gal, che ben vengano se accertati e concreti, che ognuno può proporre. La minoranza, ha espresso voto contrario. 

Sono stati quindi illustrati la nota di aggiornamento al Dup e il Bilancio 2020/22. L’assessore alle Finanze Davide Casola ha detto che le spese di investimento 3.525.980,26 ma, dedotto il fondo pluriennale vincolato, la competenza dell’anno è di 1.128.000. Saranno spesi in acquisti hardware software, videosorveglianza, interventi sullo stabile della Biblioteca, recupero sentieri e turismo (150mila euro), manutenzione strade (97mila euro), strada Senin-Sorreley (50mila euro), illuminazione pubblica, strada Pallein-Rouye, marciapiede Rouye (153mila euro), parcheggio Prou-Barbelleun (82mila euro), strada Pallein-Lemeryaz (85mila euro). Il documento pareggia sulla cifra di 10.094.090,82 euro. In sede di votazione, la minoranza si è astenuta.

Si è proceduto con la verifica degli equilibri funzionali per la gestione del Piano regolatore generale comunale e dell’adeguatezza dei servizi e delle attrezzature puntuali di interesse locale.

È stata esaminata e approvata la convenzione con il Comune di Roisan per la realizzazione di interventi sulla rete sentieristica per la fruizione ciclistica ed escursionistica di una rete di tracciati condivisi e sostenibili, collegati attraverso la Bassa via. L’illustrazione del progetto è stata effettuata dall’assessore Massimo Martini, che ha spiegato che s’intende intervenire il più possibile per mezzo di manutenzioni, allo scopo anche di limitare se non escludere il ricorso all’esproprio. Si creerebbe un anello con un piano di calpestio adatto alle biciclette. La spesa massima finanziabile è di 150mila euro. 

Approvata anche la convenzione con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali sul trattamento dei dati nella piattaforma Gepi per la gestione dei patti di inclusione sociale relativi al Reddito di cittadinanza.

In chiusura, è stato deciso di rinnovare la convenzione per la fornitura di acqua proveniente dall’acquedotto comunitario dell’Unité des Communes valdôtaines Grand-Combin. Convenzione che prevede, ora, una maggiore interlocuzione fra i due enti. È stata modificata la delibera impegnando l’ufficio tecnico, nel medio periodo, a richiedere all’Unité il dettaglio delle voci ci costo che portano alla definizione degli importi.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.