fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Vesan propone controlli antidroga per eletti e vertici delle partecipate

La riflessione di inizio anno che il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Valle, Luigi Vesan, ha affidato a Facebook contiene una serie di ragionamenti concatenati.

Parla di riforme, Vesan, ed enuncia che «Ci vorrebbe la preferenza unica anche nei Comuni, ci vorrebbe un controllo serrato su chi si porta il telefonino in cabina, ci vorrebbe una legge che impedisce a chi ha subito condanne penali di sedersi nei consigli regionali e comunali, ma anche nelle posizioni dirigenziali dell’amministrazione e, soprattutto, nei Consigli d’Amministrazione delle partecipate». Questo perché, secondo il consigliere del M5S, non vi è consapevolezza di quali danni potrebbe «fare un eventuale infiltrato della ‘ndrangheta a capo di CVA o di Finaosta»

E poi la proposta, che ci risulta inedita: «Magari sarebbe molto utile anche un periodico controllo antidroga per chi ricopre (noi compresi) tutte queste posizioni, visto che chi consuma sostanze stupefacenti è sempre ricattabile da parte del suo fornitore. E il fornitore mondiale della coca è la ‘ndrangheta».

© 2020 All rights reserved.