fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Il contro-Defr bellicoso di Lega, Mouv’, VdA libra e Restano

I gruppi Lega Vallée d’Aoste, VdA Libra, Mouv’ e il consigliere regionale Claudio restano hanno presentato, lunedì 27 gennaio 2020, la loro proposta di Defr alternativo a quello proposto dalla maggioranza.

Una proposta che data dall’autunno 2019, quando il Defr era stato presentato per la prima volta. È articolata in 43 pagine.

Stefano Ferrero, capogruppo di VdA Libra ha parlato di turismo evocando la necessità di individuare un attore principale che gestisca lo sviluppo turistico, onde non sprecare le energie per mancanza di coordinamento.

Elso Gerandin, di Mouv’, in relazione al sistema degli enti locali, ha sostenuto che la revisione della l.r. 6/14 è imprescindibile, introducendo l’economia solidale di medio e lungo periodo e l’istituzione del Codice degli Enti locali della Valle d’Aosta. Per il settore agricolo, ritiene necessario sostenere una visione futura con risorse adeguate.

Claudio Restano, di La Valle d’Aosta che cresce, ha sostenuto la necessità di programmare gli interventi in ambito salute e assistenza sociale: il Piano socio-sanitario manca dal 2013. Per lo sport occorre capire quali sono le priorità a beneficio del benessere della popolazione attraverso la pratica sportiva. Per i trasporti occorre arrivare alla definizione e approvazione di un Piano regionale; dopo potrà essere rivista la legge sulla mobilità sostenibile.

Stefano Aggravi, Lega Vallée d’Aoste, ha precisato che l’obiettivo è dare una programmazione sinergica fr ai vari settori, che non sia un libro dei sogni. Bisogna anche sviluppare la capacità di attrarre investimenti.

È stata annunciata la presentazione di altri emendamenti oltre a quello sul taglio dell’Irpef.

Risposta a Rete civica

Rispetto alla proposta di Rete civica, Aggravi e Ferrero hanno risposto che la Lega ritiene prioritario ridare la parola agli elettori. Gerandin ha confermato che non ci sono margini di ricomposizione di fronte a una situazione così degenerata. Restano ha affermato di non vedere alternative al ritorno alle urne.

Election day

Non avendo preso visione della proposta di emendamento sull’election day, i partecipanti alla conferenza stampa hanno preferito non rispondere. Ammesso che l’emendamento sarà presentato.

Allegati

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.