fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

5 defibrillatori donati al 118

Il Soccorso Sanitario 118 ha ricevuto in donazione cinque defibrillatori semiautomatici – DAE – da parte di Davide Bochet, paziente colto da arresto cardiaco e salvato grazie all’intervento tempestivo del medico e all’impiego di un DAE.

L’evento era accaduto al termine di una gara di corsa in montagna, il Vertical del Mont Mary, martedì 13 ottobre 2019.

«Ho terminato la gara, mi sentivo piuttosto bene, mi preparavo a riposarmi e a godermi il ristoro – spiega Davide Bochetquando mi sono accorto di non riuscire più a vedere nulla. Tutto buio. Giusto il tempo di appoggiarmi ad un masso. Non ricordo altro. Ho avuto fortuna perché c’era tanta gente intorno a me e qualcuno si è accorto che avevo perso conoscenza. E poi, ma questa non è solo fortuna, c’era il dottor Cavoretto e c’erano i volontari e soprattutto c’era un DAE».

Un defibrillatore è stato affidato al Sagf di Valtournenche, uno è stato installato in una teca nel centro di Saint-Pierre (paese di residenza di Bochet) e tre sono stati consegnati al 118.

«Voglio davvero ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato: Luca Cavoretto certamente, e anche gli organizzatori della gara, i volontari del soccorso, il Pronto soccorso, i medici dell’équipe di terapia intensiva Utic. Tutti, insomma – dice Bochet – e così ho pensato che donare alcuni defibrillatori potrà aiutare i soccorritori nel loro importante e prezioso lavoro e, magari, contribuire a salvare una vita umana, come è successo a me». 

© 2020 All rights reserved.