fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Arrestato il presunto ladro dei ristoranti

I militari del Norm della Compagnia Carabinieri di Aosta hanno denunciato alla Procura della repubblica di Aosta Andrea Ammendolia, 31 anni di Aosta, quale autore dei furti consumati in danno della Pizzeria Grotta Azzurra, Victory Pub, Osteria 1880 e Osteria il Calvino.

A seguito delle denunce presentate dai titolari dei locali derubati, sono stati disposti servizi straordinari per il controllo del territorio, che hanno portato, nella notte di lunedì 27 gennaio 2020, al controllo di un uomo che si aggirava a piedi nel centro storico. Quest’ultimo è stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso, oltre a un coltello a serramanico.

I militari hanno proceduto anche alla perquisizione del suo domicilio, nel centro storico del capoluogo, dove è stata recuperata la refurtiva, già stata restituita ai legittimi proprietari.

Le indagini sono proseguite, non potendo escludere che l’uomo potesse essere coinvolto nella rapina in danno della Pizzeria La Rotonda.

Schermata 2020 01 28 Alle 09.33.47
Gli attrezzi sequestrati dai Carabinieri al presunto ladro dei ristoranti

Infatti, nel pomeriggio di venerdì 31 gennaio 2020, personale del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Aosta e della Squadra Mobile della Questura di Aosta hanno dato esecuzione alla misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di Ammendolia.

È stato formalmente accusato di essere l’autore della rapina aggravata commessa il 24 gennaio 2020 ai danni del ristorante La Rotonda. Con il volto coperto da un passamontagna, sotto minaccia di un coltello a serramanico, si sarebbe impossessato delle mance presenti.

L’accusa è anche di furto aggravato di generi alimentari in vari ristoranti del centro (Grotta Azzurra, Osteria 1880, Victory Pub, Hosteria del Calvino e Il Girasole), con identiche modalità di effrazione – di notte e previa forzatura delle porte d’ingresso/secondarie – dal 15 al 26 gennaio 2020.

Il ritrovamento del coltello a serramanico durante la perquisizione del 27 gennaio ha permesso alla Squadra Mobile della Questura di Aosta di completare elementi di prova raccolti nei confronti dello stesso soggetto, già identificato nelle attività investigative successive alla rapina.

L’arrestato è stato condotto nella Casa circondariale di Brissogne.

© 2020 All rights reserved.