fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Alpiniadi in Valle d’Aosta

La Valle d’Aosta le ospiterà, dal 13 al 16 febbraio 2020, la terza edizione delle Alpiniadi invernali.

I tedofori saranno il campione olimpico di fondo Marco Albarello e la campionessa di sci alpinismo Gloriana Pellissier. A loro spetterà il compito di accendere il Tripode, in Piazza Chanoux – ad Aosta -, nel momento più suggestivo della cerimonia di apertura di una rassegna che vedrà una partecipazione complessiva di quasi 1.500 concorrenti.

Numeri a conferma della crescente validità tecnica di una manifestazione che assegnerà i titoli A.N.A. di sci di fondo, sci alpinismo, sci alpino e biathlon.

L’organizzazione è affidata alla sezione valdostana, che è al lavoro da mesi.

Il labaro nazionale , giunto in Valle l’ultima volta per l’arrivo del generale Matteo Spreafico, ritornerà per la cerimonia di apertura del 13 febbraio prevista a partire dalle 15,30. A seguire: schieramento, alzabandiera, saluti, accensione del tripode, giuramento, sfilata e Santa Messa in Cattedrale.

Il programma

Venerdì 14 febbraio, sci alpinismo a La Thuile, a partire dalle ore 9.

Sabato 15 febbraio, alle 9, partenza gare di fondo a Cogne. Nella stessa giornata ci sarà anche una competizione dimostrativa per fondisti disabili.
Nello stesso giorno del sabato, ad Aosta, in Piazza Chanoux, partecipazione libera dimostrativa di biathlon per i ragazzi, seguita da momenti di folklore. Poi, alle 17.30, inizio delle gare alle quali partecipano anche atleti disabili per i quali la presenza è dimostrativa. La pista sarà in plastica e si sparerà sui bersagli con carabine che emettono raggi laser.

Domenica 16 febbraio, alle 9, a Pila, gare di sci alpino sulla Renato Rosa e sulla Bellevue. Poi, dopo il pranzo nella Caserma Cesare Battisti, premiazioni al Cinema Teatro Giacosa e chiusura con l’ammaina bandiera, in Piazza Chanoux.

Il Comitato organizzatore ha abbinato quattro Trofei ad altrettante figure di ambasciatori della Valle d’Aosta, atleti e professionisti.
Simona Hosquet, del Centro Addestramento Alpino. Unica donna della storica società di Guide del Cervino e prima donna in forza all’Esercito Italiano a essere Guida Alpina di Alta Montagna. Deceduta nel giugno 2014, a Valtournenche, sotto una valanga.
Massimo Farina, guida ed istruttore militare del Centro Addestramento Alpino, travolto dal crollo di una candela di ghiaccio a Rhêmes-Saint-Georges nel febbraio 2005.
Simone Gamba, istruttore di sci alpinismo, tra i migliori atleti del Centro Addestramento di Courmayeur. Deceduto nel corso di un’attività addestrativa nella Tour Ronde, nel massiccio del Monte Bianco, nel maggio 2012.
Faustino Desandré, alpino del Gruppo di Pré-Saint-Didier. Iniziò la sua attività agonistica a Falcade, nel bellunese, in occasione delle prime Alpiniadi 2012. Nel 2018, a Monte Pora/Presolana, giunse terzo nella categoria B/9. Deceduto nel gennaio 2019.

© 2020 All rights reserved.