fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Alpe e Uvp pressano per l’election day

I consiglieri regionali di Alpe e Union valdôtaine progressiste, in quanto firmatari della relativa proposta di legge per l’istituzione dell’election day, affermano che, a loro conoscenza «nessun dubbio è stato manifestato in sede tecnica in merito al carattere di “indifferibilità e urgenza” della norma, confermatoci dall’ufficio legislativo del Consiglio regionale».

«Rimaniamo convinti dell’opportunità e della convenienza di disporre lo svolgimento delle elezioni regionali e comunali nella stessa data – aggiungono -, al fine di favorire l’affluenza al voto ed evitare l’ipotesi in cui i cittadini valdostani debbano recarsi alle urne per due domeniche di fila, che potrebbero diventare tre per gli aostani, in caso di ballottaggio. Tale malaugurata evenienza comporterebbe l’occupazione e l’allestimento delle 240 sedi di voto, spesso costituite da edifici scolastici, oltre che la mobilitazione delle forze dell’ordine e il reclutamento degli scrutatori, per almeno due tornate, con un raddoppio dei costi a carico della collettività.»

I sette consiglieri, convinti dell’utilità dell’election day, dichiarano che non lasceranno «nulla di intentato per favorire la possibilità per i Valdostani di votare in un’unica giornata, dando dimostrazione di grande senso civico.»

© 2020 All rights reserved.