fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Forza Italia apre la campagna elettorale con Emily Rini

Sabato 22 febbraio 2020, quella che doveva essere la presentazione ufficiale di Emily Rini quale coordinatore regionale di Forza Italia è diventata l’apertura di una campagna elettorale a tre simboli: quello del gruppo Pour notre Vallée-Area civica-Front valdôtain (presente in Consiglio Valle e che consente du bypassare la raccolta firme), quello di Forza Italia Valle d’Aosta e quello di Fratelli d’Italia.

La delegazione nazionale

L’establishment di Forza Italia era rappresentato con i capigruppo alla Camera dei deputati e al Senato (Mariastella Gelmini e Anna Maria Bernini), dal vicepresidente vicario di Anci Roberto Pella, il coordinatore dei coordinatori regionali Sestino Giacomoni e il coordinatore piemontese Paolo Zangrillo. Front valdôtain era invece rappresentato dal portavoce Marco Busanelli.

La linea politica

«Centrodestra unito al governo di tutte le Regioni» è stato lo slogan nazionale. E la declinazione è stata portata anche a livello regionale, con Emily Rini che si è detta convinta che nessuna forze politica raggiungerà, da sola, il 42% che garantirà il premio di maggioranza con la legge elettorale proporzionale in vigore. Ha dunque steso la mano alla Lega Vallée d’Aoste, pur senza pronunciarne il nome, per un’alleanza.

Criticato invece il Movimento 5 Stelle, accusato di non aver permesso l’assunzione di decisioni strategiche per il futuro di Cva. «Anche il non decidere è decidere», ha detto Rini.

Sulla scelta di far parte di una forza nazionale, Rini ha spiegato che la Valle d’Aosta deve guardare al proprio futuro in un contesto di globalizzazione e non di chiusura, trovando forza politiche nazionali con le quali condividere ideali e obiettivi e non temendo l’impoverimento della propria autonomia.

Annunciata l’intenzione di riprendere il progetto di riforma della legge elettorale, che porti all’elezione diretta del presidente della Regione.

La raccolta delle firme

Rispetto alla registrazione, precisiamo che quando Rini parla di raccolta firme non si riferisce a quelle per la presentazione della lista alle regionali bensì per le proposte di legge di iniziativa popolare di Fratelli d’Italia: elezione diretta del Presidente della Repubblica; abolizione dei senatori a vita nominati dal Presidente della Repubblica; introduzione di un tetto massimo alla pressione fiscale nella Costituzione; supremazia dell’ordinamento giuridico italiano rispetto a quello europeo.

I candidati, fra conferme e smentite

Quando, nella registrazione, Rini si riferisce ai candidati presenti in sala, possiamo formulare alcune ipotesi, non tutte confermate.

Per Forza Italia – capolista Emily Rini – conferma la propria candidatura l’avvocato Corinne Margueret mentre è in dubbio quella di Edoardo Melgara, candidato alla Camera dei deputati nel 2018. Margaretha Milliery, assessore del Comune di Nus, ha presentato l’incontro ma non sarà candidata.

Fratelli d’Italia ha ottenuto la disponibilità dell’ex consigliere regionale del Movimento sociale italiano Domenico Aloisi, del consigliere del Comune di Aosta (rappresentante di CasaPound) Lorenzo Aiello e di Marco Castiggion, nel 2018 candidato nella lista Aosta nel cuore a sostegno della Lega Nord nelle comunali di Aosta del 2015. Non si candiderà invece il coordinatore Alberto Zucchi.

Per Front valdôtain è certa la candidatura di Gérard Davy, che sarebbe stato candidato del Centro destra unito alle regionali del 2018 se la lista avesse raggiunto le firme necessarie. Non ha invece intenzione di ricandidarsi l’ex consigliere regionale André Lanièce.

In sala c’erano poi gli ex consiglieri regionali Giorgio Bongiorno, Massimo Lattanzi e Alberto Nogara; l’assessore del Comune di Pont-Saint-Martin Ennio Pedrini jr; il sindacalista Walter Zampa. Qualcuno potrebbe essere in lista, altri no.

In prima fila anche il notaio Giampaolo Marcoz, animatore dell’Associazione Autonomie 4.0 e candidato alla Camera dei deputati nel 2018, ma ha specificato che era lì per accompagnare lo suocero, Luigi Magnani, che era stato candidato al senato nella lista di Forza Italia e Alleanza nazionale nel 2006.


La registrazione integrale di tutti gli interventi è disponibile sulla Pagina Facebook di Forza Italia Valle d’Aosta.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.