fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Andrione lascia la Lega

Nel corso della seduta pomeridiana dei lavori del Consiglio comunale di Aosta di mercoledì 26 febbraio 2020, Étienne Andrione ha annunciato il suo addio al gruppo della Lega Vallée d’Aoste per tornare nel Gruppo misto, dove era entrato all’uscita da Union valdôtaine progressiste, nell’aprile 2016.

«Intendo oggi ringraziare la Lega per quanto ha fatto e spero continuerà a fare per la Valle d’Aosta – ha detto in aula –. Senza la Lega, ne ero, ne rimango e ne rimarrò convinto, vivremmo ancora a Rollandinia.
La mia stima e riconoscenza rimarranno intatte per quel gruppo che, con energia, passione e competenza è in parte almeno riuscito a cambiare Valle d’Aosta, la cui storia stava scivolando verso una drammatica e umiliante conclusione.
Ma a volte le strade si separano.
È il caso oggi
».

La Lega resta così senza rappresentanti nel Consiglio comunale di Aosta, dove aveva inizialmente portato i consiglieri Andrea Manfrin e Nicoletta Spelgatti. Dopo la loro elezione a consiglieri regionali, nel 2018, erano stati sostituiti da Alessandra Addario e Lorenzo Aiello. Addario ha lasciato il gruppo nel 2019 mentre Aiello non vi è mai entrato e, da CasaPound, è passato a rappresentare Fratelli d’Italia.

Il fatto di essere senza rappresentanti obbligherà il movimento a raccogliere le firme per presentare la propria lista alle elezioni comunali del 17 maggio 2020: «La Lega era informata e tutto è stato fatto di comune accordo. Sulle firme, sono molto dispiaciuto, ma una formazione come la Lega, a tre mesi peraltro dalle elezioni, le firme – che non sono ovviamente quelle richieste dalle regionali – le raccoglie in un pomeriggio», risponde Andrione.

La risposta della Lega

Il segretario della Lega Vallée d’Aoste, Marialice Boldi, commenta la decisione di Andrione in questi termini: «La decisione di Étienne Andrione di lasciare il gruppo in Consiglio comunale è scaturita da valutazioni assolutamente personali. Il percorso fatto insieme è stato indubbiamente estremamente positivo e produttivo. Lo ringraziamo sentitamente per le energie profuse a sostegno della lotta intrapresa dalla Lega per arrivare a un effettivo cambiamento e rinnovamento nella politica valdostana.
Siamo certi che questo intento continuerà ad accomunarci
».

Potrebbe interessarti:

La Lega perde Addario ma non si stupisce

La Lega perde Addario ma non si stupisce

Alessandra Addario lascia il gruppo della Lega nel Consiglio comunale di Aosta per passare nel gruppo misto di minoranza; la scelta ufficializzata nel corso della seduta pomeridiana di martedì 25 giugno.
Leggi tutto

© 2020 All rights reserved.