fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Barbara Tutino espone a Gressan

Venerdì 6 marzo 2020, alle ore 18, alla Maison Gargantua, museo etnografico nel cuore del borgo di Moline, a Gressan, sarà inaugurata la mostra Il pianto della terra, che vede in esposizione di alcune opere dell’artista Barbara Tutino.

Con questa mostra, dedicata alla pittrice valdostana, si conclude il programma espositivo promosso di questa stagione.

Dopo le nature morte dai colori vivi di Giuseppe Tecco, i bronzi dai tratti delicati di Fernando Regazzo e i bassorilievi in legno dedicati alla tradizione di Dario Berlier, è la volta di questa artista di Cogne, che propone al pubblico quattordici dipinti dedicati a “Madre Terra”. 

L’ettagono di Maison Gargantua non poteva essere luogo migliore da cui lanciare questo grido di allarme per il problema più pressante del nostro tempo: il pericolo ambientale. Le opere proposte da Barbara Tutino, dalla pittura incisiva ed efficace propria dell’artista, colpiscono lo sguardo per la loro bellezza e, grazie anche all’utilizzo della lamiera, colgono l’essenzialità delle rappresentazioni e riescono a trasmettere emozioni contrastanti come la sofferenza e, al tempo stesso, la voglia di agire per difendere la Terra e gli uomini.

Anche il Papa, nell’Enciclica Laudato sì, afferma che il pianto della Terra e il pianto dei poveri non sono due pianti separati. Ai poveri sono negati cibo, acqua, lavoro, rifugio. Tutte cose che la Terra fornisce. Dobbiamo prenderci cura di lei attraverso sistemi di giustizia economica, riconoscere che è viva, rispettare tutti i suoi esseri e le loro necessità. Giustizia e cura della Terra sono due facce della stessa medaglia.

Le opere saranno visibili fino al 6 maggio 2020, con i seguenti orari: venerdì e sabato 17-19.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.