fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Dal 9 marzo, stop alle celebrazioni religiose

Dando adempimento al Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri firmato nella serata di sabato 7 marzo 2020, il vescovo di Aosta ha dato disposizioni ai parroci in relazione alla celebrazione delle funzioni religiose.

Funerali

Dall’8 marzo 2020 e sino a nuove disposizioni, «i funerali religiosi si svolgeranno in forma privata, accogliendo direttamente in cimitero il feretro accompagnato dai parenti più stretti. Al cimitero si svolgeranno le preghiere e i riti previsti del Rituale per la tumulazione del defunto. La Messa esequiale viene rimandata a quando cesseranno le restrizioni attualmente in vigore».

Messe

Sono confermati:

  • tutti i divieti già precedentemente espressi, ovvero sospensione di ogni attività pastorale, riunione o altro, a carattere diocesano, zonale, parrocchiale con relativa chiusura degli oratori o luoghi parrocchiali a questo destinati;
  • l’invito a lasciar aperte le chiese per la preghiera personale, mettendo a disposizione strumenti di preghiera. Si osservino le misure precauzionali già indicate.

È stato disposto che, a partire da lunedì 9 marzo:

  • siano sospese tutte le celebrazioni delle sante Messe, festive e feriali, le altre celebrazioni liturgiche, riunioni di preghiera e pii esercizi quaresimali. I funerali potranno essere svolti in forma privata con la preghiera di commiato fatta all’aperto, in cimitero;
  • si sospenda la benedizione delle famiglie;
  • si rimanga disponibili per ascoltare le confessioni, celebrando il sacramento fuori dal confessionale, tenendosi a debita distanza o con precauzione di idonea mascherina.

I vescovi e i sacerdoti sono invitati a celebrare personalmente, a mettere a disposizione strumenti e momenti con i nuovi mezzi della comunicazione per pregare e meditare.

© 2020 All rights reserved.