fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Coronavirus: difficoltà per i genitori separati

Il decreto #iorestoacasa crea difficoltà ai genitori collocatari, che si trovano senza risorse per pagare l’assegno di mantenimento dei figli e le spese straordinarie.

L’Associazione Genitori separati per la tutela dei minori chiede al Tribunale di non procedere penalmente nei confronti del non collocatario in caso di riduzione e/o ritardo nel pagamento dell’assegno di mantenimento per i figli e di sospendere l’applicazione del protocollo sulle spese straordinarie, subordinando qualsiasi spesa (eccetto in caso di pericolo di vita, se l’altro genitore non è raggiungibile nemmeno per telefono) alla preventiva concertazione dei genitori.

In relazione al problema della permanenza dei minori presso i rispettivi genitori durante l’orario scolastico, l’Associazione spiega che – secondo regola – ogni genitore, quando i figli dormono con lui, non potendoli accompagnare a scuola, li deve tenere anche durante l’orario scolastico, fino all’orario (di chiusura della scuola) in cui deve riprenderli l’altro genitore. E sostiene che -se il padre concorda di tenere con sé i figli al 50% (non lavorando), in deroga al provvedimento del tribunale – l’assegno di mantenimento non ha più alcuna ragione di esistere, venendo a essere applicato un momentaneo affido condiviso paritario. Conseguentemente il genitore collocatario dovrà rimborsare, in proporzione, l’altro genitore dell’assegno di mantenimento versato e per tale periodo dell’uso non dovuto della casa coniugale.

© 2020 All rights reserved.