fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

3.500 kg di cibo alle fasce deboli dalle strutture chiuse dal coronavirus

Il Banco Alimentare della Valle d’Aosta, la Caritas diocesana di Aosta e l’Emporio Solidale Quotidiamo hanno ricevuto da albergatori, ristoratori, mense, scuole, aziende alimentari ed esercizi commerciali le eccedenze alimentari generate dalla chiusura degli esercizi per l’emergenza coroavirus.

Ad mercoledì 18 marzo 2020, sono stati raccolti e distribuiti 3.500 kg di beni alimentari che, diversamente, sarebbero andati sprecati. Di questi, circa 3.240 kg sono stati distribuiti a famiglie bisognose attraverso la consegna a domicilio organizzata da Banco Alimentare e Caritas, mentre i restanti 260 kg sono stati distribuiti attraverso l’Emporio Solidale.

In un periodo così problematico, le fasce più deboli della popolazione sono quelle colpite in maniera più intensa e rischiano un’ulteriore emarginazione sociale ed economica. Per questo motivo, le tre Associazioni invitano la popolazione a effettuare ulteriori donazioni.

© 2020 All rights reserved.