fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Potere al popolo chiede tutele dal coronavirus per gli operatori dei servizi domiciliari di assistenza

Potere al popolo si chiede quale sia la situazione dei servizi socio-assistenziali presenti, in Valle d’Aosta, in questo periodo di emergenza.

E si riferisce specificamente alla situazione degli operatori dei servizi domiciliari di assistenza, esposti a rischi aggiuntivi, chiedendosi che misure abbiano approntato i gestori per contrastare questa ulteriore minaccia.

Potere al Popolo chiede di attuare al più presto quelle che ritiene essere misure urgenti:

  1. innanzitutto la protezione adeguata dei lavoratori. Subito. I servizi domiciliari di cura devono essere considerati, per questo tema, alla stregua dei servizi sanitari ospedalieri e devono poter accedere a un canale privilegiato di distribuzione dei Dpi. Non si può lasciare la ricerca di questi dispositivi di protezione sul mercato privato. Sappiamo tutti come siano introvabili le mascherine ffp2/3.
  2. I committenti pubblici non si devono limitare a imporre servizi e non verificare come le condizioni di sicurezza lavorativa di questi servizi siano poi erogati.
  3. I servizi socio-assistenziali presenti nella nostra regione non hanno un’unica regia come invece ha il servizio sanitario. Chiediamo che la Regione prenda in mano le redini di tutto coordinando gli interventi con la parte sanitaria e uniformando le prestazioni su tutto il territorio regionale.
  4. Gli operatori domiciliari, che già devono attuare quotidianamente le prestazioni igieniche a molti utenti, non devono essere gravati da ulteriori servizi di diversa natura. Chiediamo, piuttosto, che vengano disposti ulteriori fondi e di supportare e organizzare le numerose azioni di volontariato che si stanno affacciando in questi giorni grazie alla solidarietà di associazioni e privati cittadini. Nella sicurezza di tutti.

© 2020 All rights reserved.