fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

20 consiglieri chiedono di decidere come gestire la crisi

A seguito dell’annuncio, dato dal presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta ma contestato dal presidente del Consiglio Valle, di rinvio delle elezioni regionali, venti consiglieri regionali hanno firmato una richiesta di procedere ad «alcune urgenti determinazioni» per trovare una soluzione istituzionale e condivisa che consenta di gestire nel modo più efficace la crisi sanitaria, economica e sociale che la Valle d’Aosta sta attraversando.

La richiesta è stata indirizzata ai presidenti Renzo Testolin ed Emily Rini ed è stata firmata da Mauro Baccega, Jean Barocco, Alberto Bertin, Luigi Bertschy, Chantal Certan, Albert Chatrian, Jean-Claude Daudry, Alessia Favre, Pierluigi Marquis, Carlo Marzi, Chiara Minelli, Patrizia Morelli, Luciano Mossa, Manuela Nasso, Alessandro Nogara, Flavio Peinetti, Daria Pulz, Maria Luisa Russo, Luisa Trione e Luigi Vesan.

In tempi di coronavirus, il confronto è avvenuto grazie ai mezzi che la tecnologia mette a disposizione: Skype, telefono e WhatApp. Il testo della lettera è stato dunque concordato e, una volta che ognuno ha dato il proprio consenso, il suo nome è stato apposto in calce. Poi la comunicazione è avvenuta via email, con un invio effettuato da Patrizia Morelli su delega degli altri. Nella giornata di giovedì 26 marzo, la comunicazione è stata formalizzata con la spedizione di una pec.

Nella lettera, i consiglieri scrivono, in relazione alla composizione della Giunta: «consideriamo improcrastinabile e urgente affrontare la questione del reintegro delle figure mancanti, affinché l’organo esecutivo sia posto nella condizione di operare a ranghi completi».

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.