fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

AV e SA: un costituzionalista sostiene la nostra tesi

I gruppi Alliance Valdôtaine e Stella Alpina, per sostenere la propria tesi che è necessario reintegrare la Giunta della Regione autonoma Valle d’Aosta dei componenti mancanti, hanno chiesto il parere di un costituzionalista al fine di fornire un contributo «quanto più possibile serio e attendibile alla soluzione del problema».

Si sono rivolti allo studio legale GMvS di Roma, nato nel 2014 e i cui fondatori sono gli avvocati Sigismondo Meyer von Schauensee (con un’esperienza trentennale nei settori del diritto civile e del lavoro) e Giovanni Guzzetta (ordinario di Diritto Pubblico all’Università Roma Tor Vergata, esperto nei settori del diritto amministrativo, pubblico e costituzionale).

«E il parere redatto risulta chiaro – si legge in una nota congiunta –, poiché conclude che, in una circostanza contrassegnata dalla dichiarazione dello stato di emergenza di cui alla delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, “l’obiettivo che l’organo esecutivo sia messo in condizione di operare a ranghi completi, pur in regime di prorogatio, appare una finalità pienamente ragionevole, anche al fine di motivare la scelta di procedere alla reintegrazione dell’organo”». 

Non si tratterebbe dunque «di rifare una Giunta o di alterarne i poteri, ma di consentire al Consiglio regionale, sulla base di presupposti straordinari, di compiere la scelta dei nuovi assessori da reintegrare e di permettere alla Giunta così reintegrata di operare, rimanendo entrambi nel regime di prorogatio, per gli atti indifferibili e urgenti, fino a che non saranno effettuate le elezioni anticipate».

Il parere è a disposizione del Consiglio Valle e i gruppi Alliance valdôtaine e Stella alpina si dichiarano «pronti a lavorare a una soluzione istituzionale e condivisa, che permetta a ogni gruppo consiliare di poter svolgere appieno il compito di responsabilità che la gravità della situazione attuale comporta». Tradotto, significa che si può anche trattare di assessori tecnici scelti in maniera bipartisan.

La risposta alle critiche

In risposta alle critiche ricevute da Lega Vallée d’Aoste, Mouv’, Claudio Restano, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Front valdôtain, Alliance valdôtaine e Stella alpina rispondono: «Non ci interessa la sterile bagarre politica, così come non intendiamo prestare attenzione a bieche strumentalizzazioni. Il nostro intento vuole essere propositivo e chiaro e questa è la strada che abbiamo individuato: aspettiamo le proposte di chi oggi si limita a criticare senza assumersi responsabilità per affrontare la grave emergenza che sta vivendo la Valle d’Aosta».

Allegati

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.