fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Cassa integrazione Coronavirus: i primi 3,2 milioni per la VdA

La Regione autonoma Vallee d’Aosta e i rappresentanti delle associazioni di categoria e delle organizzazioni sindacali hanno chiuso, venerdì 27 marzo 2020, la fase negoziale dell’accordo quadro per la cassa integrazione in deroga.

Si tratta del primo passo per l’avvio della misura prevista dal Decreto legge del 17 marzo 2020, n. 18, ovvero la Cassa integrazione per le categorie di lavoratori subordinati le cui imprese sono escluse dagli altri ammortizzatori sociali.

I principi che hanno ispirato la costruzione dell’accordo sono l’inclusività e la semplificazione, al fine di non escludere nessuna categoria dagli effetti della crisi economica legata all’epidemia di coronavirus.

Le parti si sono impegnate a monitorare l’accordo, in relazione all’evolversi della situazione economica e sociale, mentre saranno automaticamente recepite le modifiche che interverranno in sede di conversione del decreto legge n.18/2020.

Il Decreto del Ministro  del Lavoro e delle Finanze ha assegnato la prima tranche relativa al riparto delle risorse per la Cassa in deroga per la Valle d’Aosta, che ammonta a 3 milioni 233 mila  euro.

A breve, saranno rese note le modalità per presentare le domande, che saranno gestite attraverso apposita piattaforma telematica.

© 2020 All rights reserved.