fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Le delibere della Giunta RaVdA del 3 aprile 2020

Sono 12 le delibere adottate dalla Giunta della Regione autonoma Valle d’Aosta nel corso della riunione di venerdì 3 aprile 2020.

Presidenza della Regione

Le Gouvernement régional a approuvé l’octroi d’une subvention d’un montant maximum de mille neuf cent soixante-seize euros en faveur de l’Association culturelle Centro Numismatico Valdostano à titre de concours aux frais de fonctionnement et d’organisation de son activité annuelle 2020.

Affari europei, politiche del lavoro, inclusione sociale e trasporti

Visto il permanere dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in Valle d’Aosta, il Governo regionale ha deciso di adottare misure temporanee ed eccezionali riguardanti i beneficiari delle borse di lavoro per persone con disabilità, la cui attività è ancora sospesa.  Il provvedimento dispone la concessione, dal giorno della sospensione disposta d’ufficio e fino al termine dell’emergenza, di un’indennità straordinaria di borsa lavoro pari all’importo medio della borsa lavoro degli ultimi 12 mesi, proporzionata all’effettivo periodo di sospensione.

Ambiente, risorse naturali e Corpo forestale

Il Governo regionale ha approvato il trasferimento di 5 milioni 162 mila 410 euro all’Agenzia regionale per la Protezione dell’ambiente (Arpa), per lo svolgimento delle attività istituzionali per l’anno 2020.  

Istruzione, università, ricerca e politiche giovanili

La Giunta regionale ha approvato l’organizzazione del videocontest denominato Ragaciak… per ricominciare! edizione 2020. Si tratta di un concorso di idee rivolto ai giovani valdostani tra i 14 e i 29 anni per la realizzazione di videoclip/videomessaggi sull’emergenza sanitaria Covid-19. L’importo stanziato ammonta a 11 mila 500 euro.

Giovaniamoci

La Giunta regionale ha approvato l’Avviso pubblico 1-2020 per favorire progetti e iniziative a carattere locale e/o regionale capaci di generare nuove possibilità e soluzioni a problemi e priorità che impattano sulle giovani generazioni, a valere sulle risorse del Fondo nazionale per le politiche giovanili.

L’Avviso riguarda gli ambiti di intervento, inseriti nella proposta progettuale intitolata GIOVANIamoci: l’unione fa la FORZA, qui di seguito riportati:

  • rafforzare le relazioni positive tra i giovani e gli adulti, cercando di prevenire e gestire fenomeni di bullismo, cyberbullismo, azzardopatia, discriminazioni, mancato rispetto dell’altro, ivi compreso il tema delle pari opportunità;
  • contrastare il fenomeno delle dipendenze, ivi compresa la riscontrata abitudine all’abuso di alcool e sostanze da parte dei giovani valdostani, fornendo strumenti utili a creare una rete
  • promuovere tra gli adolescenti la cultura della legalità, il rispetto delle regole e la responsabilità verso se stessi e come cittadini;
  • sviluppare lo spirito di partecipazione e la responsabilità sociale nei giovani;
  • sostenere la fiducia dei giovani nelle Istituzioni preposte a governare, a diverso titolo e con diverse competenze, i temi della sicurezza e della legalità
  • promuovere iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica;
  • contrastare il fenomeno delle dipendenze, ivi compresa la riscontrata abitudine all’abuso di alcool e sostanze da parte dei giovani valdostani, fornendo strumenti utili a creare una rete, considerato che il fenomeno del bullismo/cyberbullismo è spesso sottovalutato e vede come protagonisti i giovani, con conseguenze negative dal punto di vista sociale e formativo;
  • accrescere il rispetto e la tutela del patrimonio comune.

Possono essere soggetti proponenti i soggetti di diritto privato, senza fini di lucro, con sede operativa o legale in Valle d’Aosta, che rientrano nell’ambito delle seguenti tipologie:

  • Associazioni giovanili ricomprese nell’elenco delle associazioni giovanili operanti nel territorio regionale, di cui all’art. 8 della l.r. 12/2013;
  • Altre Associazioni (riconosciute e non riconosciute);
  • Fondazioni;
  • Organizzazioni di volontariato e Associazioni di promozione sociale (che risultano iscritte, nelle more dell’operatività del Registro unico nazionale del Terzo Settore, rispettivamente nel registro delle ODV e nel registro delle APS della Regione autonoma Valle d’Aosta).

Le azioni progettuali, a pena di esclusione, devono avere come destinatari diretti esclusivamente giovani di età compresa tra i 14 e i 29 anni, residenti o domiciliati nel territorio regionale. Il target di riferimento deve essere precisamente definito nella proposta progettuale.

La domanda di ammissione al finanziamento, corredata degli allegati necessari, va presentata, come previsto dal Regolamento dell’Avviso 1-2020 alla Struttura politiche giovanili, progetti cofinanziati ed europei dell’Assessorato Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili della Regione autonoma Valle d’Aosta entro e non oltre le ore 17 del 22 maggio 2020, a pena di inammissibilità, nelle modalità seguenti:

  1.  consegna a mano, nell’orario di seguito indicato: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17, qualora la situazione emergenziale lo consenta;
  2. spedizione a mezzo posta raccomandata;
  3. invio da casella di posta elettronica certificata

Sul sito della Regione autonoma Valle d’Aosta è scaricabile il Regolamento e tutta la documentazione ai fini della presentazione della relativa domanda di finanziamento.

Per informazioni è possibile scrivere.

A disposizione del progetto vi sono 26.500 euro.

Opere pubbliche, territorio ed edilizia residenziale pubblica

La Giunta regionale ha approvato la proposta delle Disposizioni in materia di sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione da sottoporre alla Commissione consiliare competente per il necessario parere.

Le novità principali, rispetto all’ultimo bando annuale approvato nel 2018 e al sostegno alla locazione anticipato già in vigore per i nuclei richiedenti il riconoscimento dell’emergenza abitativa, riguardano i seguenti miglioramenti previsti:

  • nessuna scadenza, perché sarà aperto a sportello, dal 1° febbraio al 30 novembre di ogni anno, in coincidenza con la disponibilità dell’ISE/ISEE. Nel 2020, invece, in sede di prima approvazione, le domande potranno essere presentate a partire dal 4 maggio.
  • pagamenti anticipati al proprietario, la liquidazione sarà quadrimestrale anticipata entro massimo 90 giorni dalla data di presentazione della prima domanda, con riconoscimento “una tantum” di un periodo arretrato al richiedente in regola con il pagamento dei canoni;
  • meno burocrazia, grazie alla semplificazione degli oneri di attestazione del possesso dei requisiti dei cittadini, alla validità nel tempo della stessa prima domanda che non deve essere quindi ripresentata annualmente ma solo aggiornata in caso di variazione dei requisiti e/o dei documenti allegati (ad esempio nuovo contratto, nuovo indicatore economico).

Turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali

La Giunta regionale ha approvato, sulla base del Piano operativo 2020 e del bilancio previsionale per l’anno 2020, un finanziamento pari a  150 mila euro a favore dell’Associazione Forte di Bard, per l’attività prevista nell’anno 2020.

Allegati

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.