fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Un tavolo di monitoraggio sulle deroghe ai codici Ateco essenziali

Venerdì 3 aprile 2020, i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato la Prefettura e la Giunta regionale. S

I partecipanti hanno convenuto – ritenendolo nell’interesse collettivo – di attivare un tavolo di monitoraggio (come previsto dalla Circolare del Ministero dell’Interno).

Oltre alle istituzioni, ne faranno parte anche le parti sociali e la Chambre.

L’obiettivo è di monitorare le richieste di deroga delle aziende (anche dal punto di vista sanitario) al Dpcm che definisce le attività essenziali che possono continuare a operare.

Dicono i sindacati: «Il primo incontro è fissato per martedì 7 aprile. La Prefettura ci ha comunicato che sta vagliando le numerose richieste da parte delle aziende che vogliono proseguire l’attività».

Avvantaggiandosi della presenza della Giunta, i sindacati hanno colto l’occasione «per rimarcare come sia necessario che le parti sociali possano interloquire in maniera diretta nelle Commissioni consiliari, in modo da dare un contributo puntuale in merito a tutti quei lavoratori che rimangono fuori dalle attuali misure di sostegno».

Proposta accolta

La Presidenza della Regione autonoma Valle d’Aosta, domenica 5 aprile 2020, ha raccolto l’invito delle organizzazioni sindacali, dando impulso a un tavolo tecnico tra le parti sociali, i rappresentanti delle parti economiche e la struttura Affari di Prefettura, allo scopo di creare un efficace momento di raccordo nell’applicazione del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020, affinché sia garantito il diritto della tutela alla salute e nel contempo possano proseguire le attività economiche autorizzate dalla legge.

Alla riunione del 3 aprile, era stata ribadita l’importanza della massima sinergia tra tutti i soggetti coinvolti, affinché le aziende che possono continuare a operare o riavviare la loro attività lo facciano «con il massimo supporto informativo, nel pieno rispetto delle norme e della tutela dei lavoratori». La cabina di regia sarà coordinata dalla struttura Affari di Prefettura e saranno chiamati a partecipare i rappresentanti delle sigle sindacali Cigli, Cisl, UIL e SAVT, oltre ai referenti della Chambre des Entreprises.

Potranno essere chiamate a dare un apporto anche altre aree dell’Amministrazione regionale, tra cui la Protezione Civile, il Gabinetto, gli Affari Legislativi e l’Avvocatura, le Politiche del Lavoro, la Sanità e le Politiche Sociali.

Secondo una calendarizzazione di incontri tecnici, proseguirà l’azione di analisi  per arrivare a definire le indicazioni utili alle aziende anche dal punto di vista dell’attenzione sanitaria oltre che dei corretti processi di riavvio produttivo.

© 2020 All rights reserved.