fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Riapre la Cogne acciai speciali

Venerdì 3 aprile 2020, la Cogne Acciai Speciali e le organizzazioni sindacali hanno siglato un accordo per riprendere l’attività produttiva dal 6 aprile e in modo graduale, all’interno delle filiere indicate dal relativo Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Il presupposto è che la Cogne Acciai speciali deve restare un luogo sicuro e che i comportamenti dell’azienda, del personale e dei terzi devono uniformarsi alle disposizioni del Protocollo aziendale siglato tra azienda, sindacati e RSU il 24 marzo. Tale documento prevede, fra l’altro, la costituzione di un Comitato misto azienda-OoSs, all’interno del quale è presente anche il medico competente.

Questo organismo ha già verificato le misure messe in atto dall’azienda per elevare gli standard di sicurezza per i lavoratori: sanificazione dell’intero stabilimento, potenziamento del servizio di pulizia, igienizzazione e sanificazione di locali, impianti, mezzi, strumenti e uffici; elaborazione di nuove procedure operative generali, specifiche per area e di dettaglio per le singole attività.

Inoltre, si è deciso di dotare tutti i dipendenti di mascherine e guanti, che dovranno essere utilizzati durante le fasi di lavoro.

Per meglio gestire l’emergenza, saranno ridotti al minimo gli spostamenti interni e l’utilizzo di mezzi aziendali ed è stata disposta la chiusura di spogliatoi, docce e mense.

È stata prevista una riduzione dei turni e dell’orario di lavoro, oltre che il potenziamento del lavoro agile (Smart working). Nei reparti interessati dalla ripresa produttiva (lavorazioni a freddo e forgia) sarà presente circa il 23% dei lavoratori totali, suddivisi su due o tre turni, al fine di limitare le compresenze e contenere gli spostamenti sul territorio.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.