fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale a Saint-Marcel il 23 aprile 2020

Il Consiglio comunale di Saint-Marcel si è riunito, in videoconferenza, giovedì 23 aprile 2020, e si è aperto con l’approvazione dei verbali della seduta precedente.

I consiglieri hanno autorizzato il Comune ad avvalersi della facoltà di tenuta della contabilità economico-patrimoniale in modalità semplificata a decorrere dall’esercizio finanziario 2019.

Rendiconto 2019

È stato approvato il Rendiconto dell’esercizio finanziario 2019. Il documento presenta un avanzo di 467mila euro. Tuttavia vi sono risorse non utilizzabili: 

  • accantonati per fondo credito di dubbia esigibilità € 79.953,35; 
  • avanzo vincolato per due Progetti dell’Ente che non sono ancora conclusi € 46.208,55;
  • avanzo vincolato per oneri di urbanizzazione 2019 € 7.464,65; 
  • avanzo vincolato per spese di investimento € 34.019,36.

Conseguentemente, l’avanzo non vincolato ammonta a 300.587,72 euro.

Nell’ambito della discussione, il sindaco ha dialogato con il revisore dei conti in relazione a un’ipotesi di centralizzazione, presso un Ufficio regionale preposto, dei pagamenti in capo agli Enti locali. Un’ipotesi per la quale sarebbe necessaria un’organizzazione specifica.

Bonus alimentari

È stata ratificata la deliberazione della Giunta comunale per mezzo della quale sono state attivate misure urgenti di solidarietà alimentare a favore dei cittadini del Comune di Saint-Marcel. Si è scelto di assegnare i buoni spesa ai richiedenti, a seconda della composizione del loro nucleo familiare. A oggi venti domande sono state presentate e nove nuclei rispondevano ai requisiti della norma statale per l’erogazione. Hanno ricevuto sinora 2.650 euro complessivi. Vi è margine per soddisfare ulteriori richieste o per eventualmente procedere con una seconda erogazione a questi richiedenti. 

La consigliere Romilda Blanc ha ricordato l’esistenza di un fondo comunale di solidarietà alimentato dalle rinunce ai gettoni di presenza da parte dei consiglieri. Risorse che ha suggerito di implementare e destinare a iniziative che rispondano all’emergenza Covid-19.

Variazione di Bilancio

È stata approvata la prima variazione al Bilancio di previsione 2020/2022 e al relativo Documento Unico di programmazione semplificato. Pareggia sulla cifra di 427.329 euro e utilizza 274mila euro dell’avanzo di amministrazione. 43.907 euro resteranno a disposizione per eventuali emergenze. 

L’assessore Laurent Blanc ha spiegato che i 50mila euro di erogazione statale per il risparmio saranno destinati a: sostituzione della caldaia del campo sportivo, sostituzione dei termoconvettori della palestra, gestione da remoto di tutti i termostati degli uffici comunali, prosecuzione nella sostituzione con tecnologia a led dei corpi illuminanti del sistema di illuminazione pubblica. 

Un progetto molto articolato sarà realizzato nell’ambito del servizio di pre-scuola a beneficio degli alunni per la scuola dell’infanzia, che comporterà una spesa di circa 20mila euro. Non si tratterà di sola assistenza ma di vera e propria didattica. 

Il vicesindaco Mauro Hugonin ha illustrato il piano dei lavori pubblici. Spiccano i 94mila euro di bitumatura strade, i 52mila per il contenimento del rischio idrogeologico, i 35mila per l’ampliamento della mensa scolastica e i 31mila per l’adeguamento dell’impianto di videosorveglianza.

È stata decisa la proroga del pagamento del saldo Tari 2019, dal 30 aprile al 30 giugno 2020, in conseguenza dell’emergenza Covid-19.

È stata effettuata la verifica dell’efficienza e dell’adeguatezza dei servizi e delle attrezzature puntuali di interesse locale e degli equilibri funzionali al 31 dicembre 2019 del Piano regolatore generale comunale. La sindaco Enrica Zublena ha commentato che «il documento evidenzia una situazione di sostanziale immobilismo economico che deve far riflettere. Se si vuole incidere con un cambiamento di tendenza, che porti il territorio a incrementare la propria capacità di generare reddito, occorrerà predisporre un piano di sviluppo quinquennale».

Il sindaco ha comunicato che, sabato 25 aprile non saranno possibili celebrazioni pubbliche ma, alla presenza sua e di pochissime persone, Leo Champion, l’ultimo partigiano di Saint-Marcel, deporrà una corona d’alloro al monumento dei caduti di fronte al Comune mentre il consigliere Clément Deanoz suonerà Montagnes valdôtaines con la sua tromba. Il suo auspicio è che questo momento, così intimo, ricordi la lotta per affermare tutte le libertà: quelle di allora contro l’oppressione del nazi fascismo, quelle di oggi contro tutte le mafie che anche in Valle stanno minando i principi fondanti la nostra autonomia e la nostra libertà. 

Ha proposto, inoltre, che il numero di giugno della rivista dell’amministrazione comunale La Luge dia spazio alle vittime di Saint-Marcel in questa epidemia. Sicuramente nel ricordare coloro che sono deceduti ma anche tutti coloro che hanno visto la propria esistenza modificata in maniera importante nel corso di questi mesi di chiusura 

I lavori si sono conclusi con un minuto di silenzio per ricordare le sette persone decedute in queste giornate: Zaclino Zanchetta, Argentina Blanc, Sandro Vallino, Cesare Réan e sua moglie Elda Champion, Lina Colmar e Vincenzo Laval.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.